ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Tokyo, la casa fatta con la cenere del vulcano

Un parallelepipedo squarciato fatto di cenere vulcanica, è l'edificio audace ed essenziale a disegnato da Atelier Tekuto a Tokyo

00-casa-ecosostenibile-tokyo-atelier-tekuto
@ Jeremie Souteyrat

R. torso. C, si chiama così questa casa ecosostenibile di Tokyo, un blocco di cemento alto e stretto con squarci che si aprono a risucchiare il cielo. Il nome vi sembra una formula chimica? Niente di strano, visto che ad abitare questo spazio inconsueto dall'anima spigolosa e massiccia è una coppia di chimici, che agli architetti di Atelier Tekuto ha fatto una richiesta ben precisa: solidità ed ecosostenibilità.

@ Toshihiro Sobajima

E allora ecco l'idea: sostituire il cemento convenzionale con un aggregato innovativo, riciclabile al 100%, che invece di sabbia, contiene SHIRASU, ovvero cenere vulcanica che si trova in grandi quantità a sud del Giappone. I punti di forza di questo particolare tipo di calcestruzzo “ecologico” dalla grana finissima sono la robustezza e la durata, cui si aggiunge una naturale capacità di regolare l'umidità. Costruire in modo sostenibile vuol dire però tenere conto anche del contesto urbano di riferimento. Perciò gli architetti di Tekuto hanno fatto ben più che concentrarsi sui materiali.

a sx @ Atelier Tekuto, a dx @ Toshihiro Sobajima

In una città densamente popolata come Tokyo, l'unico sviluppo possibile è quello verso l'alto. Così si occupa meno spazio e si mantiene una percezione della vastità della natura. In questo casa ecologica, l’agognato contatto col cielo è plasticamente rappresentato dagli angoli che si aprono lungo il volume compatto, per creare finestre vertiginose che scrutano i tetti e le strade affollate. Tagliando il blocco di cemento, nei quattro livelli che compongono l'edificio, si libera lo spazio, che flirta col vuoto, disegnandogli intorno geometrie decise.

@ Toshihiro Sobajima

Le aperture sono allineate per consentire alla luce naturale di diffondersi copiosamente, attutendo così l'asperità materica della struttura. Anche il piano interrato non fa eccezione: uno spicchio di vetro arriva a portare la luce fin lì, nella stanza della musica, dove i proprietari scendono a suonare o a guardare la Tv. Per renderlo possibile, gli architetti hanno sopraelevato leggermente il pianterreno, dove trovano spazio una sala tradizionale giapponese e un bagno.

@ Toshihiro Sobajima

Inerpicandosi sulla scultorea scala a zig zag, che funge da spina dorsale dell'intera casa, si accede al primo piano, che ospita un piccolo salotto e una cucina a pianta aperta: qui l’area è ridotta, ma compensata dalla verticalità. Un soffitto alto 5 metri dà respiro e consistenza scenografica all'ambiente, ed è su questo vuoto che si affaccia la camera da letto, posizionata in cima alla casa, al terzo piano.

@ Jeremie Souteyrat

@ Toshihiro Sobajima

Gli arredi di questa casa ecosostenibile sono pensati per adattarsi a uno spazio circoscritto: e allora largo a mobili multiuso e spazi di stoccaggio incastonati in panche e pareti. Il minimalismo giapponese fa il resto, optando per un design pulito e lineare che si sposa alla perfezione con la pura essenza architettonica della struttura. L'unico elemento che ne mitiga un po' la fredda durezza è il legno, abbondantemente adoperato, sia chiaro che scuro, nelle finiture che impreziosiscono gli interni.

@ Jeremie Souteyrat

L'impressione finale è quella di una casa solida ecosostenibile e concettuale allo stesso tempo, che spogliata del superfluo al pieno preferisce il vuoto, custodito gelosamente all'interno del suo bozzolo di cemento. 

www.tekuto.com

LEGGI ANCHE:

Casa minimal in stile industrial in Giappone

Progettare un mini appartamento a Palermo

Stile country alla Giapponese, ovviamente total white

 


di Elisa Zagaria / 13 Novembre 2017

CORNER

Case collection

[Case]

12 appartamenti alle Baleari

Week end a Palma di Maiorca in case di lusso

restyling

[Case]

Black box a Parigi

Un micro-appartamento di 30 mq ristrutturato dallo Studio Batik

[Case]

Mito irlandese per interni

Un progetto di ampliamento a Londra firmato O’Sullivan Skoufoglou

restyling

[Case]

Capanne ceche

Tradizione e modernità si fondono nelle ville progettate da Richard Meier

progetti

[Case]

Un piccolo nido newyorkese

I tanti “trucchi” per vivere in poco spazio ideati da Peter Kostelov

Restyling

[Case]

Brutalismo argentino

Accoglienza abitativa con gusto raw dei materiali

Casa moderna

[Case]

Tadao Ando a New York

A Manhattan c'è 152 Elizabeth il primo progetto di Tadao Ando a NY

Casa moderna

[Case]

Home Green Home

Solar Decathlon 2018: La Sapienza di Roma presenta una smart home

Progetti

[Case]

Restyling a Barcellona

Quinto progetto per lo studio che sta colonizzando la città

Restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web