ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Casa ecosostenibile e materiali di riuso, ecco l'ultima sofisticazione

Tutti i segreti green di una villa in collina che si ispira alla tradizionale cabaña pasiega firmata da Laura Alvarez

00-casa-ecosostenibile-villa-slow-cantabria
David Montero

Una vera retraite tra il verde e il silenzio della Cantabria senza rinunciare all’atmosfera di design contemporaneo, è possibile affittando questa villa progettata dall’architetto Laura Alvarez

Una casa ecosostenibile di design da affittare in Cantabria? Perchè no! Sono tante le soluzioni di design che si cercano in vista delle feste di inizio d’anno e questa soluzione, sicuramente molto diversa dalle consuete, ci immerge in una natura acerba e verdeggainte, lontana anni luce dalle tradizionali mete di fine anno. Siamo precisamente a San Roque de Riomiera frazioncina della Valles Pasiegos in quella che un tempo si chiamava la Provincia di Santander tra Paesi Baschi (provincia di Biscaglia) e Castiglia nel nord-est della Spagna. Grazie al suo clima oceanico con temperature moderate, offre una vegetazione molto florida e verde in tutti i mesi dell'anno. È qui che vennero trovati i graffiti preistorici della grotta di Altamira, datati tra il 16.000 e il 9000 a.C. e dichiarati Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO all’interno di uno dei parchi nazionali più belli del paese. La perla in questo armonioso contesto è proprio Villa Slow, un progetto dell’architetto Laura Alvarez situato in due ettari di terreno di paesaggio naturale.

 

 

L’architettura di questa casa ecologica dalla tipologia contemporanea è però basata sulla costruzione tradizionale di questa area geografica chiamata ‘cabaña pasiega’ – capanna paesana – che mostra largo utilizzo della pietra e del legno naturale. Speciale poi la posizione dove la casa ecosotenibile è posizionata: si tratta infatti di una dolce collina con una vista magnifica sulla vallata e le montagne circostanti. Tradizionale e semplice, lo schema costruttivo di questi 160 mq, si basa su una base rettangolare con due finestre panoramiche opposte nel living che sembrano creare un unicum scenografico facendo “penetrare” il paesaggio fin dentro casa. Montagne, nuvole e alberi “entrano” così dentro casa creando un tutt’uno con l’arredo interno della sala posta centralmente. Non solo: dalle ampie vetrate infatti entra anche la forte luminosità naturale dell’ocenao capace di ammantare di un fresco glow celeste tutti gli interni.

 

 

Due camere da letto con bagno dedicato sono poi situate vicino al living, ospitate nell’ala ad ovest, rimasta più intima e, grazie alla generosità dei volumi, si è potuto creare anche un soppalco ideale per ospitare amici o familiari. Nessun dettaglio è stato dimenticato nella costruzione della casa eco estremamente rispettosa dell'ambiente che la circonda sia in termini estetici che in quelli tecnici. Villa Slow è un edificio ecosostenibile dal punto di vista del consumo energetico grazie a una pompa di calore, al riscaldamento inserito nel pavimento e al sistema di isolamento di alta qualità con finestre che permettono una minima perdita di calore. Il vetro altamente performante mantiene il caldo negli interni durante l’inverno mentre le grandi ante in legno proteggono dal calore esterno durante l'estate.

 

 

Tutti i materiali utilizzati per costruire Villa Slow sono di riciclo: provenienti da vecchie capanne tipiche della zona. Dal punto di vista visivo Villa Slow ama i contrasti, a cominciare dalle pareti esterne in pietra e le tende ruvide che mettono ancor più in evidenza la delicata struttura dei dettagli in legno, mentre la pietra grigia, accostata al caldo beige del legno naturale, avvia un dialogo basato sul rapporto interno-esterno, tradizionale e moderno. Per gli interni Laura Alvarez ha cercato soluzioni materiche molto equilibrate dove agli elementi in legno viene data la funzione di riscaldare l’ambiente e al colore bianco di illuminarlo con una nota di grande freschezza visiva, tutto a supporto dell’ambiente naturale che gioca un ruolo essenziale anche negli interni.

 

www.lauraalvarez.eu

LEGGI ANCHE:

La casa ecologica che galleggia per davvero

Autunno in Sardegna in una villa sul mare

La casa ecosostenibile cui guarda tutto il mondo


di Paola Testoni / 6 Novembre 2017

CORNER

Case collection

[Case]

Airbnb Plus, per il turismo "di design"

La piattaforma spegne 10 candeline e punta alle 5 stelle

Travel

[Case]

Formentera on the rocks

L'architettura sostenibile della villa di Marià Castelló Martínez

Casa vacanze

[Case]

Oro e mistero in Mongolia

Un restyling ispirato a Richard Serra e all’antica cultura mongola

restyling

[Case]

La Winchester House al cinema

Un film sulla storia della più famosa casa stregata degli Stati Uniti

Costume

[Case]

Tommy Hilfiger vende casa

Un capolavoro di eccentricità e Pop Art a Miami Beach sul mercato

Casa moderna

[Case]

Appartamento a strati

L'open space progettato da Roberto di Donato a Valencia

restyling

[Case]

Mura Mura

Tra carrubi ed ulivi, il fascino di una villa in pietra sulle colline di Noto

Travel

[Case]

Abito dove voglio

La casa plug&play Eden Luxury Portable Suite

progetti

[Case]

Casa sull’albero, rivisitata

Uufie progetta un cottage in cui sembra di vivere tra i rami

casa vacanze

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali