ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Com'è la casa prefabbricata che fluttua nell'aria?

Sistemi costruttivi innovativi e soluzioni energetiche all'avanguardia per un progetto contemporaneo

00-casa-prefabbricata-karavitz-marly-house

In un quartiere poco fuori Parigi, tra le fronde degli alberi del viale spunta una nuova casa prefabbricata. Forma tradizionale ma rivestimento iper-moderno in larice grigio, quando guardi la Marly House qualcosa non torna: fluttua nell’aria! (Probabilmente non era proprio una matita quella degli architetti di KARAWITZ quando hanno disegnato un aggetto che pare sostenuto da un wingardium leviosa).

 

 

Eppure è così, e se la casa lievita per entrarci devi farlo dal piano meno uno. Allora una rampa attraversa il rigoglioso giardino e ti porta sotto la casa prefabbricata davanti alla porta. In questo spazio coperto, dove si parcheggia la macchina e si stipa la legna, varchi la soglia. Appena dentro protagonista dello spazio è il camino. Come nelle più leggendarie case wrightiane, anche qui, seppur in un contesto diversissimo, è proprio attorno al focolare domestico che sono articolati gli spazi.  

Tra i più importanti ci sono la cucina e la zona livig (comunicanti), poi l’occhio cade sulla scala. È realizzata con un unico pezzo di acciaio prefabbricato. Poi, due gradini più su, il salotto si apre su una grande terrazza che con un aggetto si protende sulla strada.

Al piano superiore invece ci sono le camere da letto. Qui la privacy è massima; la luce è zenitale e arriva dalle ampie finestre collocate sul tetto che regalano la vista del cielo.

 

 

Nel complesso l’estetica degli interni è raw, cruda, ma è vera. L’acciaio e il cemento sono lasciati a vista. L’obiettivo infatti è quello di creare una sorta di senso di autenticità per una casa in realtà è prefabbricata.

Per costruirla è stato utilizzato il CLT solid wood. Poi, oltre ad aver impiegato un metodo costruttivo reversibile gli architetti hanno ridotto al minimo anche i consumi energetici. Il camino infatti da solo è in grado di riscaldare questa casa passiva.

 

www.karawitz.com

LEGGI ANCHE:

La casa prefabbricata che monti in un giorno e dura 100 anni

Muji e le micro case da portare ovunque


di Pietro Terzini / 8 Novembre 2017

CORNER

Case collection

[Case]

Casa vacanze a La Valletta

Il fascino della città maltese in un appartamento da affittare

[Case]

Il senso del luogo

Nirvana Home, una villa di 6.000 mq che va oltre la fisicità

casa moderna

[Case]

Villa Albergoni è in vendita

La casa di Chiamami col tuo nome è sul mercato

Costume

[Case]

Villetta non a schiera

Da York, guida all'emancipazione della casa vittoriana

restyling

[Case]

La Scandinavia a Pechino

Il progetto di Claesson Koivisto Rune per Xian Jiang House

casa moderna

[Case]

A casa tutti bene

Dentro la villa del nuovo film di Gabriele Muccino

Costume

[Case]

Vivere mini ad Hong Kong

Lim+Lu progetta un appartamento da single a colori brillanti

mini case

[Case]

Loft scolastico

Una vecchia scuola di Rotterdam trasformata in residenza

restyling

[Case]

Una casa per tutti

Ownerless House di Vão Arquitetura ad Avaré

Casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali