ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Un cottage nel vigneto mai visto prima

Sulle colline di Valencia una perla di Ramón Esteve

cottage-vigna-fontanars-ramon-esteve

Questo cottage immerso tra le viti di una vigna di Fontanars, Spagna, è un’architettura del tutto particolare. Sarà per il linguaggio compositivo, o forse per i materiali, o ancora per il rapporto tra interno e esterno, o molto probabilmente per un mix dei tre, che questo cottage contemporaneo pare essere parte integrante del paesaggio.

D’altro canto non è certo la prima volta che architetti di talento, come Ramón Esteve, sono chiamati ad immaginare gli spazi del mondo del vino. Dal grappolo al bicchiere; dalla matita all’architettura. Cosa accomuna l’arte vinicola a quella architettonica? Beh probabilmente molto. In primis l’attesa, perché tutte le cose buone richiedono del tempo. Poi i dettagli, perché sono loro a fare la differenza. Così come Il legno della botte dà carattere al vino quello della boiserie allo spazio. Ci si potrebbe dilungare a lungo sui parallelismi tra queste due arti che spesso, a collisione avvenuta, hanno dato origine ad alcuni degli spazi più affascinati dell’architettura contemporanea. Dalla Cantina Antinori di Archea, tra Firenze e Siena, alla Dominus Winery di Herzog & De Meuron in California, l’architettura della vite appaga gli occhi e il palato.

Se gli esempi di progettazione di cantine non mancano, più rari sono quelli delle case padronali nelle vigne: ma questo ne è un caso. Sulle colline di Fontanars, nel punto in cui si passa dal pineto alla terra coltivata, è stato costruito un cottage in cui tutto il programma abitativo si sviluppa su un solo piano che si confonde tra le foglie delle viti.

Il DNA del cottage è quello della casa di campagna della tradizione, o almeno del suo tipico profilo (vero e proprio archetipo dell’architettura e marchio di fabbrica prima di Aldo Rossi e poi dei suoi allievi Herzog & De Meuron). Questo viene estruso per formare un lungo guscio di cemento bianco a cui sono agganciati box di legno di pino. Vetrati su ambo le parti questi volumi permettono di instaurare una reazione unica con la natura circostante portandola direttamente negli spazi abitativi con viste panoramiche e luce naturale. Gli interni sono rivestiti di legno, così come i mobili realizzati su misura.

Dal punto di vista energetico questo cottage è stato progettato con i principi di una passive house: energia rinnovabile generata dai pannelli solari, energia ricavata da biomassa e acqua piovana stoccata alimentano l’organismo abitativo.

www.ramonesteve.com

LEGGI ANCHE:

Una villa nella natura immersa nella macchia mediterranea

Una casa nel bosco in spagna disegnata da Fran Silvestre


di Pietro Terzini / 30 Settembre 2017

CORNER

Case collection

[Case]

Postmoderno a Londra

Cosa succede se togli i mattoni e metti il pink millenial

Restyling

[Case]

Minimal a Palazzo Pamphilj

In un palazzo storico di Roma un appartamento dai toni soft

Restyling

[Case]

AAA cercasi appartamento

A Versailles 28 mq diventano una reggia rosa pastello

Mini case

[Case]

Una casa scolpita

Felipe Rodrigues firma in Brasile una casa scultorea e irregolare

Casa moderna

[Case]

Sofisticatezza contemporanea

Il restyling di una casa vittoriana a Melbourne firmato The Stylesmiths

Casa moderna

[Case]

La casa che respira

Un'architettura tropicale per abitare a piedi nudi

Casa moderna

[Case]

Plastica e scultorea

A Sydney una casa in cemento, sorretta da un unico pilastro

casa moderna

[Case]

Volevi la luce?

A Taiwan l’appartamento più luminoso del mondo

Restyling

[Case]

Minimalismo cubista

Areia, complesso residenziale sospeso tra il mare e il deserto

Casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web