ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La vera location del film Vedova Winchester non è la Winchester House

Il film horror con Hellen Mirren racconta la più famosa casa stregata degli Stati Uniti. Ma è stato girato in Australia

location-film-vedova-winchester-house
Getty Images

Dove è stato girato il film La Vedova Winchester? Nonostante il nuovo film horror con Hellen Mirrren in uscita il 22 febbraio nelle sale italiane sia tratto da una storia vera che racconta la vita della vedova Wincester nella casa stregata di San Jose, California, la Winchester Mistery House sette piani con 500 stanze, 2000 porte, 47 caminetti e vetrate decorate da Tiffany con citazioni di Shakespeare costruiti dal 1884 al 1922 – la storia della vera location del film Vedova Winchester è più interessante e complessa di quanto si immagini.

Leggi anche: 4 case stregate famose

Il film in uscita diretto da Michael e Peter Spierig, racconta la storia di Sarah Winchester (Hellen Mirren), e della casa che volle costruire per radunare i fantasmi della figlia e del marito (il fondatore della fabbrica d'armi Winchester Repeating Arms Company, dal quale ebbe la figlia Annie, morta bambina), lasciandosi guidare dalle loro anime: gli architetti dell’aldilà scelgono di rivestire 160 stanze della casa con una boiserie scura e di usare il 13 come numero simbolico che ricorre pressoché ovunque. Un capolavoro di architettura che non è nuovo al mondo del cinema, già raccontato da un documentario del 1963 con la voce narrante di Lillian Gish.

 

Il cuore della casa stregata sono però le scale di Winchester House, così tante e così labirintiche da sembrare un’opera di Escher (la stessa proprietaria vi rimarrà imprigionata, morendo proprio su quesi gradini il 5 settembre 1923, all’età di 83 anni).

Il film horror (che horror non è, almeno secondo la Mirren che lo definisce “un classico film di fantasmi, vecchia maniera”)è stato parzialmente girato all’interno della vera Winchester Mistery House, ma molte riprese sono state fatte su un set ricostruito: un compito non facile per i registi.

 

“Cercare di replicare ciò che Sarah Winchester ha fatto 150 anni fa è una grande sfida", ha detto Matt Putland, scenografo del film, al NY Post. "È un tale complesso di curve e tornanti, di corridoi e scale, e stanze all'interno di stanze, di porte che si aprono sul nulla e porte che si aprono su due piani. Altre porte sembrano coperte, mentre in realtà si aprono sui corridoi. Porte tra piani! È successo qualcosa in quella casa.”

Per ricostruire la più famosa casa stregata degli Stati Uniti, lo scenografo di Winchester (titolo originale del film) ha trascorso quattro giorni esplorando la mastodontica costruzione, fotografando più di 300 foto di maniglie, prendendo nota della collezione di rare carte da parati Lincrusta (un particolare tipo di rivestimento murale con incisioni e rilievi profondi) del XIX secolo, ancora nelle confezioni originali, destinate a stanze che non sono mai state costruite. 

Tutte le foto: Getty Images

La vera location del film La Vedova Winchester è quindi lontano da San Jose - a Melbourne, in Australia. Per alcune scene di interni, il team ha cercato edifici locali della stessa epoca per aggiungere autenticità: il problema era che la maggior parte di quelle case australiane erano fatte di pietra, mentre la Winchester House è in gran parte in legno.

La ricostruzioni digitali hanno dato un gran contributi a fondere le ambientazioni, ma alcune delle caratteristiche più uniche della casa sono state per forza di cose ricostruite da zero: tra questi la scala che collega in realtà solo un piano ma comprende sette rampe di scale che si ripiegano su se stesse. 

Altri oggetti erano così strani o costosi da duplicare che hanno dovuto essere spediti dalla Winchester House originale, come l’annunciatore, un sistema di precoce interfono visivo che indicava ai domestici in quale stanza si trovava la Vedova Winchester, usando un pulsante di segnale.

 


di Carlotta Marelli / 22 Febbraio 2018

CORNER

Case collection

[Case]

Gli opposti si attraggono

In Bielorussia una casa di campagna moderna e accogliente

Casa moderna

[Case]

La casa più bella d'Inghilterra

Caring Wood si ispira alle torrette usate per essiccare il luppolo

Case moderne

[Case]

Postmoderno a Londra

Cosa succede se togli i mattoni e metti il pink millenial

Restyling

[Case]

Minimal a Palazzo Pamphilj

In un palazzo storico di Roma un appartamento dai toni soft

Restyling

[Case]

AAA cercasi appartamento

A Versailles 28 mq diventano una reggia rosa pastello

Mini case

[Case]

Una casa scolpita

Felipe Rodrigues firma in Brasile una casa scultorea e irregolare

Casa moderna

[Case]

Sofisticatezza contemporanea

Il restyling di una casa vittoriana a Melbourne firmato The Stylesmiths

Casa moderna

[Case]

La casa che respira

Un'architettura tropicale per abitare a piedi nudi

Casa moderna

[Case]

Plastica e scultorea

A Sydney una casa in cemento, sorretta da un unico pilastro

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web