ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Venice Beach, da vecchio capannone a loft di lusso sulla spiaggia

Lo studio Alexander Design cura il recupero di un vecchio spazio industriale e lo trasforma in un edifico ad uffici con galleria espositiva e un attico residenziale

I colori che caratterizzano l'ambiente si identificano con diverse declinazioni di neri e grigi, in armonia con il cemento di pareti e pavimenti ma in aperto contrasto con il legno anticato e la pelle naturale. Gli ampi specchi incorniciati in ferro sono distribuiti ad arte per riflettere la luce e mettere in risalto scorci e dettagli dell'open space in un continuo rimando di elementi e particolari. 

Le storie dei loft in stile industriale sono sempre affascinanti perché spiegano le tracce di un passato che continuiamo a leggere sotto nuove forme. In questo caso siamo a Venice Beach, in quella che un tempo fu sede di una compagnia telefonica, rimaneggiata nel corso del tempo per ospitare una mostra permanente di opere d’arte.

Questo ha fatto si che diversi elementi caratteristici come i muri originali in cemento a vista e le ampie vetrate dallo stile industriale in ferro annerito fossero coperti ed occultati per soddisfare le esigenze espositive.

Leggi anche: La guida essenziale all'arredamento in stile industriale: cos'è e come si usa

Oggi lo studio Alexander Design ha progettato e ridisegnato completamente i diversi piani di circa 1370 metri quadri l’uno per alloggiare uno spazio espositivo, uffici e uno spettacolare loft open space al piano attico, sormontato da un rooftop con vista mozzafiato sul lungomare di Venice Beach.

Il progetto mira a rimettere in luce le caratteristiche intrinseche dell’edificio originale dal gusto industriale, cercando di svelare la storia e l’anima dell’edificio. 

Lo fa scegliendo una palette di colori monocromatici in diverse declinazioni di grigio, associati a legno, cuoio e dettagli dell'arredamento industriale originale. La naturale conformazione ad open space con ampie vetrate luminosissime ha consentito di usare una gamma di colori piuttosto scura senza incupire l’immagine d’insieme, ma anzi dandole un carattere definito e virile in sintonia con il gusto del proprietario.

Le colonne originali offrono un delicato suggerimento sulla divisione degli spazi, scanditi in soggiorno, cucina, sala da pranzo, salotto, ufficio, una camera da letto, due bagni e una palestra con una romantica e divertente altalena.

La cucina riflette perfettamente lo stile industrial, pur con un design moderno e raffinato. In coerenza con l’andamento verticale delle vetrate e con gli alti soffitti gli scaffali della cucina open space sono stati sospesi con tubi attaccati direttamente al solaio superiore.

In aperto contrasto con la leggerezza e verticalità di questi elementi, l’isola della cucina è stata realizzata con un unico stampo in cemento colato sul posto per la considerevole dimensione e la difficoltà di trasportarlo e movimentarlo, appoggiato ad un telaio in ferro nero. 

Con la stessa logica diversi elementi sono stati direttamente realizzati sul posto: il tavolo da pranzo ottenuto dal recupero del legno di una antica quercia, il bagno con rubinetti realizzati con raccordi idraulici in rame e il letto. 

Quest’ultimo è stato disegnato e realizzato utilizzando legno impalcato di recupero, al quale è stata applicata una testiera in pelle nera con cuciture a contrasto.

Il letto galleggia nella stanza e ha lo scopo di separare visivamente  e fisicamente la sala da bagno dal salotto, inoltre gode così di una magnifica vista panoramica sul molo di Santa Monica e sulla costa di Malibu che si estende alle sue spalle.

La maggior parte degli oggetti d’arredo in stile industriale sono stati disegnati dallo studio Alexander Design in collaborazione con artigiani e artisti locali.

Il progetto del rooftop è stato realizzato con la collaborazione dei paesaggisti LND+WRK allo scopo di creare un ambiente caldo e informale dove poter dare totale libertà allo sguardo di spaziare a 360 gradi e godere del paesaggio circostante.

www.alexanderdb.com


di Chiara Pasini / 15 Marzo 2018

CORNER

Case collection

[Case]

Gli opposti si attraggono

In Bielorussia una casa di campagna moderna e accogliente

Casa moderna

[Case]

La casa più bella d'Inghilterra

Caring Wood si ispira alle torrette usate per essiccare il luppolo

Case moderne

[Case]

Postmoderno a Londra

Cosa succede se togli i mattoni e metti il pink millenial

Restyling

[Case]

Minimal a Palazzo Pamphilj

In un palazzo storico di Roma un appartamento dai toni soft

Restyling

[Case]

AAA cercasi appartamento

A Versailles 28 mq diventano una reggia rosa pastello

Mini case

[Case]

Una casa scolpita

Felipe Rodrigues firma in Brasile una casa scultorea e irregolare

Casa moderna

[Case]

Sofisticatezza contemporanea

Il restyling di una casa vittoriana a Melbourne firmato The Stylesmiths

Casa moderna

[Case]

La casa che respira

Un'architettura tropicale per abitare a piedi nudi

Casa moderna

[Case]

Plastica e scultorea

A Sydney una casa in cemento, sorretta da un unico pilastro

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web