ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Monolocale di 35 mq? Ispirati alla nautica!

Soluzione spaziali intelligenti e di rigoroso design che si ispirano alla cultura nautica della regione, ecco lo studio Riviera Cabin progettato da Llabb

monolocale-35-mq-riviera-cabin-llab
Anna Positano

Una parete piena di segreti e un’allure marittima per concezione, colori e materiali: ecco la soluzione di Llabb per un piccolo appartamento sulla costa ligure

Liguria, è da qui che bisogna partire per descrivere questo progetto di Llabb per la ristrutturazione di un monolocale.

Non solo perché questo appartamento di soli 35 mq, ribatezzato Riviera Cabin, si trova in una cittadina della costiera ligure ma soprattutto perché l’idea progettuale del duo Luca Scardulla e Federico Robbiano di Llabb affonda le proprie radici nella cultura nautica caratteristica di questa regione.

Alla richiesta del committente di riorganizzare gli spazi piccoli dividendoli in zona giorno e notte, lo studio genovese ha risposto con un progetto che si ispira alla maniera razionale e intelligente di ottimizzare gli spazi di immagazzinamento all’interno di una barca a vela trovando proprio nelle dimensioni minime di questi spazi, la propria fonte d’ispirazione.

L’intervento inizia con la creazione di una parete attrezzata che attraversa l’intero ambiente, contenendo al suo interno diverse funzioni. Prima che strutturale, la parete rappresenta un percorso visivo che accompagna l’occhio del visitatore dall’ingresso nel mini appartamento fino alla zona giorno mostrato come il vero cuore della casa.

Tutte le foto: Anna Positano

Per scoprire i tanti segreti che la parete nasconde cominciamo dal vestibolo, dove in una parte meno profonda, troviamo un ridotto spazio tecnico, con seconda funzione di piccolo ripostiglio.

Si passa poi a un piccolo spogliatoio/armadio, che rappresenta non solo il luogo dove potersi svestire, ma anche simbolicamente la tappa di entrata dove lasciandosi letteralmente la giornata alle spalle.

In questa maniera si arriva al living sul quale, divisa su due livelli, si affaccia la zona notte, creando così i due spazi separati richiesti dalla committenza. La camera matrimoniale infatti è accessibile attraverso due ampie porte, ed il suo interno, caratterizzato da fasce in legno fa quasi pensare alla pancia di una balena, un ulteriore riferimento alla cultura marittima del progetto.

Questa, come una cabina di una barca, è basica nella propria struttura, contenendo solo un letto matrimoniale ed armadi minimi ed essenzali. Qui però assistiamo ad un secondo segreto, infatti nella parte terminale della parete, passando attraverso una porticina, si arriva ad un secondo spazio notte, per arrivarci si utilizza una tortuosa scala che sembra essere stata estrapolata da una piccola casa di pescatori della zona. Questo spazio prende luce da delle strette aperture pensate come finestre ma che si affacciano all’interno sulla zona giorno.

Leggi anche → Sicilia, la vecchia casa dei pescatori trasformata in Dittico

Il riferimento alla cultura nautica prosegue anche nell’utilizzo dei materiali e nella scelta dei colori degli interni: per la parete infatti si è utilizzato l’okoumè, soprannominato anche multistrato marino, laminato in un luminoso contrasto di bianco e azzuro, con una sottile linea che sembra imitare quella di galleggiamento tra scafo e cielo e che in questo caso accompagna l’occhio dall’ingresso per tutto lo spazio abitativo. In fondo, posta a conclusione del percorso, troviamo la cucina, uno spazio terso come una vela gonfiata dal vento che veleggia sul mare ligure.

www.llabb.eu

 


di Paola Testoni / 28 Gennaio 2018

CORNER

Case collection

[Case]

Gli opposti si attraggono

In Bielorussia una casa di campagna moderna e accogliente

Casa moderna

[Case]

La casa più bella d'Inghilterra

Caring Wood si ispira alle torrette usate per essiccare il luppolo

Case moderne

[Case]

Postmoderno a Londra

Cosa succede se togli i mattoni e metti il pink millenial

Restyling

[Case]

Minimal a Palazzo Pamphilj

In un palazzo storico di Roma un appartamento dai toni soft

Restyling

[Case]

AAA cercasi appartamento

A Versailles 28 mq diventano una reggia rosa pastello

Mini case

[Case]

Una casa scolpita

Felipe Rodrigues firma in Brasile una casa scultorea e irregolare

Casa moderna

[Case]

Sofisticatezza contemporanea

Il restyling di una casa vittoriana a Melbourne firmato The Stylesmiths

Casa moderna

[Case]

La casa che respira

Un'architettura tropicale per abitare a piedi nudi

Casa moderna

[Case]

Plastica e scultorea

A Sydney una casa in cemento, sorretta da un unico pilastro

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web