ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il restyling di una casa a Milano. Tra arte e architettura

Luciano Giorgi firma la rinascita di un palazzo milanese di inizio secolo. È la nuova abitazione della gallerista Alessandra Minini

Un bel progetto, risultato di un fecondo scambio d’idee tra due mondi, quello dell’arte e quello dell’architettura d’interni, e tra due amici, Alessandra Minini, gallerista figlia di grandi galleristi, e Luciano Giorgi, architetto con una visione a 360 gradi dell’abitare.

«Inizialmente, da persone timide quali siamo, abbiamo esitato, ci siamo un po’ annusati, poi il rapporto si è sempre più scaldato, si è parlato tanto, non solo del progetto, ma di noi e dei nostri desideri». Alessandra, dopo l’esperienza di una casa loft in un ex spazio industriale, aveva voglia di un appartamento con la tipica allure borghese dei palazzi milanesi inizio secolo.

Dal primo sguardo riconosce come propri gli spazi che le si presentano. «Mi piaceva tutto, la pianta quadrata con il corridoio abbastanza grande per accogliere tanti amici in occasione delle feste, la luce offerta dall’affaccio su due lati, il salone doppio, gli stucchi e le vetrate policrome. Ero certa che gli interventi di ristrutturazione sarebbero stati pochissimi. All’inizio quasi non capivo le proposte dell’architetto, l’esigenza di spostare le porte di 7 centimetri, l’innesto del colore, il cambiamento d’uso di alcune stanze. Ma Luciano con pazienza mi ha portato a comprendere il valore della nuova distribuzione, non una rivoluzione ma una sorta di rewind che ha cancellato gli interventi fatti nell’ultimo ventennio».

Luciano: «ho regolarizzato il corridoio, aggiungendo porte che riaprono nuovi varchi su ambienti precedentemente chiusi o celano armadiature tecniche, in una sorta di rievocazione di una prospettiva quasi neopalladiana. Ho spostato la cucina in un ambiente più grande, riallineandola alla sala da pranzo. Dal vecchio bagno ne abbiamo ricavati due, disegnandoli ad hoc, separati e illuminati da un grande vetro opalino. In tutta la casa è un rincorrersi di grigi e neri. Già dall’ingresso il grigio carbone sfuma nel bianco, la cucina smaltata in una tonalità quasi industriale, il salone a due vani separati dal contrasto di un quasi nero con un quasi bianco. Il pavimento a doghe di legno doussiè è stato liberato dall’immagine-icona degli interni anni ’80, riverniciato in un grigio molto scuro, quasi vicino al nero. Ho scelto di lavorare in modo asciutto con luci al neon dimmerabili, disposte verticalmente per stemperare le presenze dei lampadari storici, i tetraedri di Venini e gli ottoni di Sarfatti, ma anche per rievocare il clima di una galleria d’arte».

SCOPRI ANCHE:

→ Un appartamento vecchia Milano
→ La casa a Roma di Alessandra Marino
A Trento, un appartamento affacciato sulla natura


di Rosaria Zucconi e Francesca Benedetto / 22 Aprile 2016
tags:

Restyling , Milano

CORNER

Case collection

[Case]

Dinamici equilibri

La casa di Luca Bombassei in un palazzo d'epoca milanese

restyling

[Case]

Ritratto contemporaneo

Opere d’arte e design del Novecento nella casa di Carlo Prada

restyling

[Case]

Biblioteca con cucina

Libri, opere d'arte e poesie nella casa di Antonio Gnoli a Roma

Roma

[Case]

Un rifugio in collina

Il fascino della villa Anni 30 rivisitata in chiave contemporanea

Casa con giardino

[Case]

Abitare a due passi dal mare

A Pantelleria la ristrutturazione di un piccolo antico dammuso

Casa al mare

[Case]

Restyling a Saint-Germain

Nuove relazioni tra gli ambienti in un appartamento a Parigi

Restyling

[Case]

Volumi sospesi a Nepi

Tra pieni e vuoti un progetto d'interni di Massimo Adario

restyling

[Case]

Un appartamento milanese

Ripensare una casa anni ’70 con affaccio piazza Sant’Ambrogio

Casa moderna

[Case]

Una casa al mare in Salento

Ristrutturare una villa frontemare da vivere tutto l'anno

Casa al mare

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web