ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Ristrutturare una casa antica: un progetto moderno ma rispettoso

L'architetto Giuliano dell'Uva firma a Napoli una dimora ariosa, luminosa, aperta, eppure legata alla sua storia

1897. Oscar Wilde, ospite di villa del Giudice a Posillipo, si affaccia sulla Baia di San Pietro ai due Frati e respira tutta l’energia di un luogo speciale. Da qui pensa di ricostruire la sua esistenza, che lui stesso definisce uno scandalo, completa i versi della ‘Ballata del carcere di Reading’, scrive aforismi, prende lezioni di conversazione italiana.

2016. La vista è sempre magica, la memoria del genio irlandese è in una citazione scritta al neon nel living. Eppure tutto è cambiato. Per mano di Angela Aloschi, giovane avvocato napoletano che si occupa di sviluppo immobiliare, appassionata di equitazione e tennis, di orchidee e di design, che è nata in questa villa e oggi abita al piano terra, a contatto diretto con il giardino e il mare. “Sono molto legata a questa casa, dall’inizio della ristrutturazione ho sentito l’esigenza di liberare lo spazio da ogni pesantezza, ora è arioso, luminoso, aperto, eppure legato alla sua storia. Non è stato un percorso facile, condiviso in ogni fase con l’architetto dell’Uva, scelto dopo una attenta selezione, per immediata empatia e complicità culturale”.

Posillipo rappresenta ancora la Napoli aristocratica, elegante: le antiche ville per le vacanze estive lontano dal centro storico punteggiano la costa disegnata dal tufo giallo che arriva fino al mare con grotte ancora utilizzate dai pescatori, moli privati, spiagge di sabbia.

Spiega Giuliano dell’Uva: “Con il team di Zetastudio ho cercato di riscoprire la vera natura della casa, stravolta negli anni ’70. Sono riapparse le vecchie volte nascoste da controsoffitti, le maioliche napoletane ottocentesche sepolte da pavimenti in cemento, i vani di passaggio prima ribassati, la texture del classico tufo giallo. Lo spazio finalmente libero ha ritrovato l’imponenza delle dimore d’epoca, ma anche conquistato un taglio contemporaneo. Il bianco luminoso degli interni e il riallineamento dei vani ha determinato l’effetto del giardino-in-casa, soprattutto nei bagni dove i tessuti dipinti di Livio de Simone si confondono con la natura vera come in una decorazione d’altri tempi”.

Nell’open space lungo 25 metri, le nuove prospettive sono segnate da scatole in ferro laccate, le porte sono quinte quasi invisibili, che si muovono a oscurare i vani. A pavimento gli inserti delle antiche maioliche sono tappeti preziosi, pannellature scure sottilissime mettono in risalto gli ambienti in sequenza, rigorosi gli arredi di design e su disegno, raffinati i materiali e le cromie. Oggi a Napoli l’architettura d’interni parla un linguaggio nuovo.

LEGGI ANCHE → Il pied-à-terre milanese dell’architetto Giuliano dell’Uva con i tessuti di Livio de Simone


di Rosaria Zucconi / 21 Marzo 2017
tags:

casa moderna

CORNER

Case collection

[Case]

Airbnb Plus, per turisti attenti al design

La piattaforma spegne 10 candeline e punta alle 5 stelle

Travel

[Case]

Formentera on the rocks

L'architettura sostenibile della villa di Marià Castelló Martínez

Casa vacanze

[Case]

Oro e mistero in Mongolia

Un restyling ispirato a Richard Serra e all’antica cultura mongola

restyling

[Case]

La Winchester House al cinema

Un film sulla storia della più famosa casa stregata degli Stati Uniti

Costume

[Case]

Tommy Hilfiger vende casa

Un capolavoro di eccentricità e Pop Art a Miami Beach sul mercato

Casa moderna

[Case]

Appartamento a strati

L'open space progettato da Roberto di Donato a Valencia

restyling

[Case]

Mura Mura

Tra carrubi ed ulivi, il fascino di una villa in pietra sulle colline di Noto

Travel

[Case]

Abito dove voglio

La casa plug&play Eden Luxury Portable Suite

progetti

[Case]

Casa sull’albero, rivisitata

Uufie progetta un cottage in cui sembra di vivere tra i rami

casa vacanze

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali