ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il primo edificio residenziale di Tadao Ando

La prima volta di Ando nella grande mela è immediato record di vendite: 35 milioni di dollari il valore della penthouse

00-tadao-ando-152-elizabeth
@ Noë & Associates with The Boundary

Tadao Ando ha scelto Nolita per il suo primo progetto newyorkese: un edificio di sette piani nel cuore di manhattan

Il primo edificio residenziale di Tadao Ando a New York è stato completato, il 152 Elizabeth è un edificio di sette piani nel cuore di Nolita e mostra i tipici segni distintivi dell’architettura del celebre vincitore del Premio Pritzker: cemento colato sul posto, metallo brunito, ampio utilizzo del vetro e un muro di piante verdi. Considerato un gioiello di cemento e vetro, il condominio, innovativo e sorprendente, ospita solo sette appartamenti totalmente personalizzati, -grazie anche all’intervento di Gabbellini Sheppard Associates come interior designer- ognuno dei quali si concentra sulla creazione di senso di apertura e fluidità tra l'interno e l'esterno. Il progetto 152 Elizabeth è stato sviluppato da Sumaida + Khurana con lo scopo di creare un valore architettonico unico e un nuovo punto di riferimento per la qualità nello sviluppo residenziale di questa area della metropoli. Per questa ragione si è stati estremamente attenti al panorama della città visibile dalle varie residenze che dovevano essere in grado di creare un senso estensivo del luogo e abbracciare il paesaggio urbano di Nolita: una sorta di santuario laico nel centro di Manhattan dove un perfetto isolamento acustico permette di garantire un ambiente domestico tranquillo al centro di questo quartiere estremamente vivace. Mentre Ando si concentrava quindi sul perfetto equilibrio tra gli elementi fondamentali acqua, metallo, vetro, verde e cemento, l'architetto d’interni Michael Gabellini integrava la visione di dell'archistar attraverso il suo design in grado di esaltare il senso di apertura di ogni abitazione, sottolineando la fluidità degli spazi tra l'interno e l'esterno, e mantenendo momenti di privacy e intimità.

"Nel progettare 152 Elizabeth abbiamo voluto creare un edificio che riflettesse l'innata sensibilità di Tadao Ando che parla della vitalità di New York City", ha affermato Michael Gabellini. L'ampia pavimentazione in rovere danese di Dinesen è il fulcro delle residenze e le finestre a pavimento consentono alla luce naturale di entrare in abbondanza a incorniciare gli interni spaziosi. Le cucine sono attrezzate con mobili personalizzati, elettrodomestici Gaggenau e un'isola su misura con piano scorrevole di Minimal. 152 Elizabeth ospita una gamma di funzioni distinte, tra cui i sistemi di deumidificazione in ogni appartamento ideali per i collezionisti d'arte. L'edificio offre anche un garage automatizzato con posti auto disponibili per l'acquisto, un portiere 24 ore su 24 e un deposito privato aggiuntivo. Il quartiere Nolita di New York rimane una destinazione particolarmente ricercata a Lower Manhattan proprio grazie alla sua posizione centrale e al clima energetico e variegato che si respira. Una bellezza e una completezza di servizi che ovviamente ha un prezzo: le residenze partono da oltre 5 milioni di dollari per arrivare ai 35 milioni della penthouse, un attico duplex che ha stabilito il record del più costoso fino ad oggi nel quartiere di Nolita a Manhattan.

 

Con 520 mq di spazio interno -che ospitano quattro camere da letto e quattro bagni, e 300 mq di spazio esterno privato, che si estende su tre livelli, la penthouse presenta anche molti dettagli speciali, tra cui una scala a chiocciola custom-made di Pietra Cardosa, vetro e satin ideata specificatamente da Gabellini Sheppard Associati. Per quanto riguarda gli esterni al primo livello possiamo trovare la terrazza privata dotata di una parete d'acqua concepita da Tadao Ando, mentre il terzo livello situato sul tetto comprende tra l’altro un camino in granito con cucina esterna, vasca, doccia e piscina riflettente.

www.tadao-ando.com

www.152elizabethst.com

LEGGI ANCHE:

Zaha Hadid, la dama dalle linee fluide

520 West 28th Street di Zaha Hadid Architects


di Paola Testoni / 15 Novembre 2017

CORNER

Case collection

[Case]

Un restauro a Coimbra

In Portogallo, un progetto firmato da Branco-Delrio Arquitectos

Restyling

[Case]

Gli opposti si attraggono

In Bielorussia una casa di campagna moderna e accogliente

Casa moderna

[Case]

La casa più bella d'Inghilterra

Caring Wood si ispira alle torrette usate per essiccare il luppolo

Case moderne

[Case]

Postmoderno a Londra

Cosa succede se togli i mattoni e metti il pink millenial

Restyling

[Case]

Minimal a Palazzo Pamphilj

In un palazzo storico di Roma un appartamento dai toni soft

Restyling

[Case]

AAA cercasi appartamento

A Versailles 28 mq diventano una reggia rosa pastello

Mini case

[Case]

Una casa scolpita

Felipe Rodrigues firma in Brasile una casa scultorea e irregolare

Casa moderna

[Case]

Sofisticatezza contemporanea

Il restyling di una casa vittoriana a Melbourne firmato The Stylesmiths

Casa moderna

[Case]

La casa che respira

Un'architettura tropicale per abitare a piedi nudi

Casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web