ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La parola a Giuliano Galimberti

Intervista all'export sales director di Flexform

Quella di Flexform è una storia italiana. Racconta la passione di una famiglia che da tre generazioni sviluppa un’idea chiara e forte: realizzare arredi di qualità coniugando tecniche artigianali e creatività made in Italy. Giuliano Galimberti, 45 anni, è membro di quella famiglia che nel 1959 fondò l’allora Flexform di Galimberti, diventata poi Flexform spa nel 1976. Insieme a Matteo (leggi anche → Intervista a Matteo Galimberti), Saul e Luca è oggi alla guida dell'azienda. Cresciuto tra i diversi reparti per comprenderne meglio tutti i meccanismi, oggi Giuliano è impegnato sul fronte commerciale con l'obiettivo di ampliare il mercato di una realtà connotata da un'evidente vocazione internazionale. Oggi è membro del consiglio di amministrazione e ricopre il ruolo di direttore commerciale estero. Lo abbiamo incontrato per conoscere, dalla sua voce, i segreti del successo del brand.

Partiamo dalla storia dell’azienda: come si combinano i due fattori che hanno determinato la fortuna di Flexform, artigianalità e design?
Flexform nasce nell'area geografica del nord Italia dove negli anni ’60 si sono sviluppate le più importanti aziende di arredamento di design del mondo. Un territorio in cui i piccoli laboratori artigiani di inizio ‘900, dove si lavoravano il legno e il metallo e dove abili tappezzieri producevano divani in stile, hanno dato origine a un fenomeno unico: la Brianza, il distretto produttivo dell’arredamento più noto e apprezzato a livello internazionale. Complice: la vicinanza con Milano, città in cui aveva sede il Politecnico e dove insegnavano e lavoravano i più grandi maestri del design italiano. La storia di Flexform si inserisce in questo contesto. Il resto è cronaca: i divani diventano la specialità dell’azienda che inizia a fornire poltroncine per il Teatro alla Scala e per le ville sul lago di Como. Poi l’intuizione della proprietà: chiamare a collaborare alcuni dei più noti progettisti del momento – da Joe Colombo ad Asnago-Vender, da Cini Boeri a Rodolfo Bonetto -. È una svolta, da questo momento la produzione diventa sempre più contemporanea. Con l'arrivo di un giovanissimo Antonio Citterio l’azienda intraprende un ulteriore importante passo in avanti. Ancora oggi, dopo 40 anni, l’architetto Citterio, uno dei designer più quotati al mondo, coordina tutte le nuove collezioni di prodotto.

 

Gli arredi Flexform, e le sedute in particolare, sembrano avere una identità propria che va oltre le mode e le tendenze. È così?

Flexform è conosciuta nel mondo per lo stile sobrio e l'eleganza senza tempo del suo design ricercato e misurato. Il divano Flexform è, come il capospalla nell’abbigliamento (per esempio un blazer blu), un prodotto semplice, destrutturato, ma curatissimo nei dettagli. Altro punto di forza delle collezioni del brand è l'alta qualità legata sia al progetto che al prodotto. Oggi, nonostante il core business dell’azienda rimanga quello della produzione di imbottiti, quella stessa qualità è impiegata nella produzione di tavoli, sedie e letti, caratterizzati dal medesimo DNA.

 

In un contesto economico globale contrassegnato dalla grande fluidità dei mercati, come affronta Flexform le sfide dei prossimi anni?

L'obiettivo, dal punto di vista commerciale, è quello di ampliare ulteriormente la già vasta rete distributiva esistente. Flexform attualmente è presente nei migliori negozi del mondo nei cinque continenti: da Tokyo a New York, da Sidney a Londra.

 

Su quali valori si basa una family company come Flexform?

All’inizio negli anni ‘50 Flexform era un piccolo laboratorio artigianale, oggi è un’azienda che esporta in tutto il mondo. In questo contesto la famiglia rappresenta un grande valore, un patrimonio importante di risorse, stimoli, conoscenze. Le radici ci consentono di guardare al futuro. Senza la consapevolezza e il know how della storia non si riuscirebbero a immaginare scenari futuri.  É un onore e un impegno per tutti noi arrivati alla terza generazione proseguire il lavoro di chi ci ha preceduto mantenendo viva quella che oggi molti chiamano la we attitude, cioé la consapevolezza che é la squadra - e quindi il marchio - il vero player e non il singolo. Non c'é un solista dunque, ma un gruppo che ragiona in termini di noi e mai di io. La sfida é continuare ad alimentare quel expedition behavior - per usare un termine usato da Jeff Ashbt, comandante Space Shuttle -, cioé quel comportamento altruistico e generoso tipico della spedizioni alpinistiche dove mettere la squadra sopra ogni cosa é quello che rende le imprese riuscite. Pensare in termini collettivi a favore del marchio é la sfida piú grande per una family company.


FLEXFORM collection

[FLEXFORM]

Design made in Italy

Un concetrato di sobrietà e lusso sotto la supervisione di Citterio

Design

[FLEXFORM]

Home at Last

2 minuti per raccontare la nuova domesticità di Flexform

Design

[FLEXFORM]

La parola a Giuliano Galimberti

Intervista all'export sales director di Flexform

[FLEXFORM]

Intervista a Matteo Galimberti

Presente e futuro di un'azienda che, nel mondo, è ambasciatrice di stile

[FLEXFORM]

L'eleganza moderna di Flexform

Divani, poltrone, letti. Mobili senza tempo per atmosfere domestiche ricercate

Design

[FLEXFORM]

Il design italiano nel mondo

Da Est ad Ovest, le location esclusive e internazionali dei negozi Flexform

Design

[FLEXFORM]

Le nuove frontiere di Flexform

I 3 flagship store inaugurati a Città del Messico, Chengdu e Kuala Lumpur

Design

[FLEXFORM]

Il living alla Flexform

Foto d'autore raccontano la casa di design. Dagli anni '70 a oggi

Design

[FLEXFORM]

In casa: contemporaneo e retrò

Arredare con stile: la sofisticata classicità delle collezioni Flexform Mood

Design

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web