ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

2 sedie di design in 1: un oggetto può unire due culture completamente diverse?

Lo studio coreano Ato ha ideato una seduta modulare che, in pochi secondi, si adatta sia alle abitudini occidentali che a quelle tipiche dell’Asia

2-sedie-design-in-1

La serie di sedie di design Wa(臥) ideata dallo studio coreano Ato ha lo scopo di unire la cultura orientale e occidentale attraverso le loro diverse abitudini e tradizioni

2 sedie di design in 1 con lo scopo di fondere, in un solo oggetto di design, due culture diametralmente opposte. Lo studio Ato ne ha dato prova con la serie Wa(臥), delle sedie di design che riflettono sia le abitudini dell’Est che quelle dell’Ovest.
Nonostante la globalizzazione, tra la cultura orientale e quella occidentale esistono ancora delle profonde differenze. Una di queste riguarda la percezione del mondo esterno e il conseguente utilizzo dello spazio. Per tradizione, in Asia ci si siede e sdraia per terra, mentre in Occidente si preferiscono sedie e letti elevati rispetto al livello del pavimento.

I designer dello studio coreano Ato hanno deciso di creare una serie di sedute che potesse riflettere lo spirito di due stili di vita molto differenti. Come? Attraverso Wa(臥), che letteralmente significa andare giù. Si tratta di una sedia unica ed essenziale, sviluppata in tre componenti: un cuscino, la base di una sedia e le gambe da assemblare.

In questo modo, Wa(臥) può essere utilizzata in modi completamente differenti: utilizzando il semplice cuscino per dormire sul pavimento, oppure come sedia, a terra o assemblando le gambe. In un’epoca come la nostra, in cui diverse culture e stili di vita convivono e si influenzano a vicenda in continuazione, Wa(臥) è una bellissima dimostrazione di come, in maniera semplice e veloce, si possa cambiare punto di vista. Forse più di una sedia?

 

http://atodesignstudio.com/waseries

 

SCOPRI ANCHE:
→ Design, 6 sedie di tendenza per l'arredamento 2017


di Essia Sahli / 21 Febbraio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il successo di un no-brand

Muji non rivela mai i nomi dei designer con cui collabora: ecco perché

Arredi di design

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web