ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

3 progetti contro il cambiamento climatico che potrebbero far ricredere anche Trump!

Registi, designer, architetti e studenti si schierano con i loro progetti per sensibilizzare il mondo e salvare il pianeta

Mentre Trump fa tremare il mondo annunciando di voler ritirare gli Stati Uniti dagli accordi di Parigi sulla lotta al cambiamento climatico, innumerevoli personalità di spicco si schierano a difesa del pianeta. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, più dell’80% delle persone che vivono nelle aree urbane è esposta a livelli di inquinamento superiori a quelli stabiliti dall’Oms (l’agenzia speciale ONU per la salute).

Tra le fila di coloro che tentano di sensibilizzare il mondo sulla tematica dell’inquinamento, oltre a scienziati e attivisti, troviamo anche attori, registi, designer, architetti e studenti. Tutti, nel proprio piccolo, impegnati a promuovere attraverso i più svariati progetti una maggiore consapevolezza e sensibilità verso l’ambiente.

 

Ne abbiamo scelti 3 che, pur nel loro piccolo, sono riusciti a colpire nel segno!

 

1 - two ° C

 

 

Claire e Max, una coppia di registi di New York, ha realizzato un cortometraggio con l’obiettivo di mostrare cosa succederebbe se ci fosse un aumento della temperatura media globale di 2°C con conseguente innalzamento del livello dei mari.

Il risultato è scioccante: 4 angoscianti minuti mostrano una New York deserta, sommersa dall’acqua.  

 

two°C - New-York City from Claire&Max on Vimeo.

 

 

2 - Polluted Water Popsicles

Per denunciare l’inquinamento dell’acqua in Taiwan, 3 studenti della National Taiwan University of Arts hanno realizzato un progetto letteralmente agghiacciante: 100 ghiaccioli realizzati con acqua inquinata prelevata da fiumi, laghi, porti e coste taiwanesi.

 

 

Gli studenti hanno puntato tutto sul contrasto tra quanto belli questi curiosi ghiaccioli appaiono – con i loro colori curiosi e il loro splendido packaging – e quanto disgustosi sarebbero qualora ingeriti.

L’obiettivo? Mostrare quanto qualcosa di bello possa essere anche dannoso. 

 

 

 

Un post condiviso da Jennifer C. (@yuching1207) in data:

 

 

3 - Waiting for Water

Puntano sull’ironia i tedeschi Stefanie Rittler e Sascha Henken. Di Berlino lei, di Lipsia lui, firmano la loro prima collaborazione con un progetto dal nome: Waiting for Water. Una provocazione in total pink che ci invita a riflettere su una domanda: siamo davvero pronti ad affrontare il surriscaldamento globale e l’innalzamento del livello del mare?

Per non farsi cogliere alla sprovvista il duo tedesco progetta un’ironica casa galleggiante.

Insomma, ridere per non piangere!

 

via GIPHY


di Chiara Chioda / 20 Giugno 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web