ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

I 3 viaggi in treno da fare quest'estate

Di lusso, storici o d’arte, ecco i treni più belli del mondo

3-viaggi-in-treno-estate-2017

Scegliere i viaggi in treno è un po' come scegliere uno stato d’animo. Il treno come avamposto del progresso, come in C’era una volta il west, una linea che unisce le due coste dell’America e che spazzerà via i leoni del vecchio west. Il treno come luogo di ispirazione, quello che l’enfant prodige Arthur Rimbaud nel suo annus mirabilis, il 1870, alla fine di Rêvé Pour l'hiver ricorda con la dicitura “Scritta in treno” lasciando a noi immaginare quali paesaggi egli abbia visto. Il treno come luogo di infatuazione passeggera, come ce lo racconta Calvino negli Amori difficili o Fellini in La città delle donne o ancora De André nelle Passanti.

Il treno per viaggiatori leggeri. È il caso di Francis Scott Fitzgerald che, si dice, sul treno amava leggere una pagina, strapparla perché la leggesse la sua Zelda che poi la buttava dal finestrino.

E, ancora oggi, il viaggio in treno come state of mind, uno dei piaceri dei russi scapestrati, come ci ricorda Carrère in Limonov, “vagare da un posto all’altro, salire su treni che non si sa dove vanno, confidare i segreti più intimi a persone incontrate per caso, dimenticare tutto ciò che si è detto e fatto”.

È forse una cosa da romantici, che non smette di esercitare la sua bellezza. Se anche voi avete nostalgia della ninnananna delle rotaie, dei paesaggi che corrono, e non avete troppa fretta di arrivare, ci sono almeno 3 treni che potete prendere quest’estate per sentirvi a casa.

 

Foto: Courtesy of Belmond

A proposito d’artisti, uno dei gialli più famosi di sempre è ambientato su un treno, e ha contribuito alla sua fama. Ebbene, l’Orient Express esiste ancora, è stato rimesso a nuovo e può portarci da Parigi a Istanbul, via Budapest, in sei giorni. Dalla penna di Agatha Christie, alle cineprese di Lumet e ora Kenneth Branagh, il treno di lusso più famoso del mondo torna ai fasti passati per un itinerario unico, coperto una sola volta all’anno. Le carrozze sono rivestite di boiserie in legno lucido, intarsi, tessuti preziosi di broccato e ikat, e poi velluti, sete e cristalli Lalique… un’occasione davvero unica per tornare indietro nel tempo (leggi anche → Breve storia dell'Orient Express).

 

Foto: Belmond Andean Explorer

Se le vacanze vi portano lontano dal Vecchio Continente verso il Sud America, Belmond Andean Explorer vi condurrà alla scoperta delle Ande e delle sue bellezze. Da Cuzco al lago Tititaka, con tutte le comodità di un treno di lusso. Muza Lab ha dotato il convoglio di un piano bar, una carrozza aperta panoramica, e persino una spa. E poi, nelle cabine, pavimenti in legno, teli di lino e tessuti colorati del pouf: tutto rigorosamente local. C’è proprio tutto quel che vi serve per viaggiare in treno godendovi lo spettacolo delle Ande in una tre giorni indimenticabile (leggi anche → A bordo di un treno di lusso per un viaggio in Peru).

 

Foto: Lise Decoox

Se invece siete nei dintorni di Parigi avrete la possibilità di ammirare una mostra itinerante nel vero senso della parola. SNFC ha infatti inaugurato il Museo Quai Branly – Jacques Chiraca bordo di un treno su una tratta di 56 chilometri che collega la zona orientale dell’Ile di France alla ville lumière. 400 opere, un giro del mondo per immagini dedicato alle popolazioni dei cinque continenti. Un’iniziativa non nuova: mostre simili simili erano infatti state realizzate con temi quali la Reggia di Versailles, gli Impressionisti, il Museo d’Orsay, il 120 anni del cinema Natura e Patrimonio.

Voyages-sncf.com


di Stefano Annovazzi Lodi / 24 Giugno 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Matera contemporanea

6 motivi per cui Matera è straordinaria

itinerari

[Design]

Ping pong di design

Dopo questi tavoli il gioco non sarà più lo stesso

Arredi di design

[Design]

Il design si studia in TV

I documentari più belli da scoprire su Netflix

Costume

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web