ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

I 9 mobili di design sperimentale più belli secondo Andrew Zuckerman

Il curatore della mostra Of Cabinets and Curiosities seleziona 9 pezzi di design per il secondo anniversario di Chamber

Selezionando 9 mobili di design sperimentale Andrew Zuckerman cura la mostra Of Cabinets and Curiosities alla Chamber Gallery (in esposizione fino al 15 ottobre) per la celebrazione del secondo anno di apertura della galleria di Chelsea.

Il tema è il mobile nella forma sperimentale, presentato con oggetti d’arte e curiosità firmate da nove designer internazionali tra cui Gaetano Pesce, Mos, Fort Standard e Studio Job.

Le opere sono accompagnate da curiosità scelte dai creatori trasformando lo spazio espositivo in un’installazione suggestiva: una camera delle curiosità, una sorta di reliquiario contemporaneo con oggetti unici.

“Per celebrare i due anni abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri designer preferiti, con cui abbiamo già collaborato in passato, di presentare un concetto di design che catturi al meglio lo spirito e la personalità di Chamber”, sostiene il fondatore della galleria, Garcia Mosqueda.

Una carrellata di arredi unici e distintivi occupano le sale dello spazio espositivo disegnato da MOS: dal monumentale e multiforme mobile verde di Gaetano Pesce (progettato nel 1987 e prodotto nel 2015) in edizione esclusiva, all’innovativo Relief Stone Cabinet di Fort Standard (che debutta alla Collective design Fair di quest’anno) con la collezione privata di pietre selezionate dal designer.

Elementi iconici tra design concettuale e architettura che si distinguono in maniera esemplare per forma, concetto e finitura materica.

Con la forma modulare l’opera firmata Mos per la serie Model Furniture, allestita con quilts, sedie di alluminio e candele di cera: una metafora sulla rappresentazione imperfetta del mobile nei renderings architettonici.

Alcuni mobili fanno parte delle collezioni passate commissionate da Zuckerman nel 2015, tra cui il Job office dressoir firmato Studio Job (prodotto da Lensvelt) e Walnut frank di Snickeriet e Karl-Johan Hjerling presentato con una nuova serie di cassetti di legno neri e il deep sea bookcase di Nendo allestito con oggetti vari tra cui una bottiglia di vetro progettata per Coca Cola.

Una carrellata di curiosità in cui i pezzi si collocano in una linea sottile tra design, architettura e arte.

chambernyc.com

SCOPRI ANCHE:
Una casa sperimentale a Londra
Airbnb e il design sperimentale


di Monica Mascia London / 30 Settembre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web