ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Orologi da parete, 9 idee aspettando l'ora solare

Le migliori proposte dei designer da appendere al muro al muro, per scandire il tempo che passa ma soprattutto per arredare

orologi-da-parete-design

Orologi da appendere alla parete ma soprattutto da guardare e non solo per vedere che ore sono

Domenica 29 ottobre ci sarà il cambio dall’ora legale a quella solare è il momento giusto per parlare di orologi da parete: quando siamo obbligati a spostare le lancette ci accorgiamo di questi complementi d'arredo che spesso diamo per scontati, magari perchè li abbiamo scelti per un motivo meramente funzionale!

Per questo abbiamo fatto una selezione di 9 orologi da parete di design per tutti i gusti, dal minimal al barocco, che scandiscono il tempo, si fanno guardare e diventano elementi d'arredo a tutti gli effetti.

Menu, Kasper Rønn & Jonas Bjerre-Poulsen Norm Architects

Chiaro e semplice nella più caratteristica tradizione scandinava, lo Steel Stand Clock di Norm è stato disegnato dai danesi Kasper Rønn & Jonas Bjerre-Poulsen, in quattro colori pastello che vanno dal verde chiaro, al nude, a diverse sfumature di grigio. La particolarità è la piegatura della faccia in acciaio che gli consente di venire posizionato dappertutto. Oltre alle mode e tendenze un orologio da parete minimal...senza tempo!

Un post condiviso da Nivalan Laatukaluste (@laatukaluste) in data:

 

Tic & Tack, Philippe Starck per Kartell

Una scatola di plexiglass trasparente con incisi i numeri romani, dentro una faccia di metallo -cromo oppure nella versione più millenial, dorato rosa- con semplici lancette che occhieggia severo per ricordarci che il tempo passa ma non questo design di Stark che sembra aver trovato l’equilibrio perfetto tra contemporaneità e classicità.

Un post condiviso da CHAPLINS FURNITURE (@chaplinsfurniture) in data:

 

Origami clock, Karlsson

Mai nome è stato più indovinato, le pieghettature su carta dell’origami originario diventano in questo orologio da parete scanalature geometriche nella ceramica che può essere total white, millenial pink o grigia. In perfetto balance tra minimalismo scandinavo e sapore orientale e zen.

 

Un post condiviso da Káča Nohelová (@katun40) in data:

Time Maze, Daniel Libenskind per Alessi

Originalissimo il Time Maze, disegnato Daniel Libenskind, per Alessi: un orologio da parete il cui corpo è costituito da una curiosa linea a zigzag. Il riferimento al linguaggio architettonico del suo autore non potrebbe essere più indovinato visto che le linee discontinue e le famose superfici spaccate -con tagli e aperture- sono la caratteristicadel lavoro del designer. Nel cuore di questo gomitolo di linee spezzate si trova poi il minuscolo meccanismo.

Un post condiviso da Cultural-Agenda (@culturalagendapr) in data:

 

Ora In & Ora out, Giulio Iacchetti per Alessi

Orologio da parete, pardon, da spigolo, questo orologio si incastra perfettamente all’incontro di due pareti sia che siano sporgenti o rientranti. Realizzato in resina termoplastica in due colori -arancio o bianco- l’orologio ha un quadrante così ampio da poter essere letto da ogni angolazione: bello e funzionale.

Un post condiviso da Home Royale (@home_royale_lagos) in data:

 

Nido, Nazzareno Ruspolini

Un tronchetto di design, stilizzato ed elegante ad alto fattore poetico:  un piccolo ramo sporgente ed una foglia in rame che contrasta perfettamente con il nero o il bianco delle due versioni disponibili. Prodotto con materiali che rispettano l'ambiente e vernici atossiche, l’orologio permette all’uccellino di cantare solo nelle ore diurne grazie ad un sensore fotosensibile.

 

Bold, Jonas Wagell per Normann Copenhagen

Indovinatissimo il nome per questo orologio a parete dall’aria “cicciotella” si chiama Bold infatti, come il carattere grafico che noi chiamiamo grassetto e capace -come il suo omonimo- di sottolineare i concetti, in questo caso però architettonici. Grafico e incisivo, di alluminio laccato, mostra la sua personalità forte grazie alle sue lancette sovradimensionate.

Un post condiviso da Ingrid Navelsaker Sandvik (@navelsaker) in data:

 

24 K, Alberto Sala

Elegante e raffinato, è la versione essenziale del tradizionale orologio a cucù disponibile in metallo dorato o nelle attualissime nuance rame, in equilibrio tra tradizione e design, tra carattere e delicatezza.

 

Analog, Shane Schneck per Hay

Analog ovvero l’archetipo dell’orologio: lineare e grafico senza nessun decoro aggiunto sembra piuttosto la rivisitazione con twist contemporaneo del tipico orologio da stazione di sapore industriale. L’unica "follia" è rappresntata dalla lancetta dei minuti di colore a contrasto.

Un post condiviso da ștefan păvăluță (@stefan.pavaluta) in data:

 
di Paola Testoni / 19 Ottobre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il futuro del design è a Dubai

Global Grad Show: 200 progetti per rendere il mondo un posto migliore

mostre

[Design]

5 arredi iconici di colore rosso

A Natale la zona living si tinge di rosso con gli arredi colorati dei maestri

Oggetti di design

[Design]

Tra Sol Le Witt e l'architettura

Rem Koolhaas e Francesco Stocchi rileggono a Milano l'opera dell'artista

mostre

[Design]

Arriva la Barbie con l'hijab

La bambola dedicata a Ibtihaj Muhammad,

Costume

[Design]

Design a Thanksgiving

Studio Milo firma la mise en place per il Giorno del Ringraziamento

accessori di design

[Design]

Orizzonti cinesi

Cina e Made in Italy: nuovi scenari e vecchi luoghi comuni da sfatare

design summit

[Design]

Fragranze di design

4 sofisticati profumatori per ambienti per arredare con stile

Oggetti di design

[Design]

La gioielleria secondo Ferré

In mostra a Torino le creazioni orafe dello stilista-architetto

mostre

[Design]

Artigianalità italiana a Londra

Bottega Veneta presenta in una villa palladiana il saper fare italiano

Moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web