ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

L'artista Kara Walker a Brooklyn

Domino Factory di NYC: l'installazione A Subtlety or the Marvelous Sugar Baby

A Subtlety or the Marvelous Sugar Baby, la prima installazione a grande scala dell’artista Kara Walker, non è solo uno degli eventi di arte pubblica più importanti della stagione estiva a New York (il numero di visitatori cresce ogni settimana, con oltre ottomila visitatori solo nel primo weekend), ma anche l’ultima e l’unica occasione per ammirare uno degli edifici-simbolo del waterfront di Brooklyn prima della demolizione.

La Domino Factory a Brooklyn è stata per centocinquantanni la raffineria principale dell’omonima compagnia americana produttrice di zucchero: chiamata in origine Havemeyers & Elder Refinery è stata fondata nel 1856; nel 1870 processava oltre la metà dello zucchero degli Stati Uniti; nel 2004 la fabbrica ha chiuso le sue porte, la produzione è stata spostata e l’area comprata dall’immobiliarista Two Trees. L’edificio principale della raffineria, protetto dallo status di landmark dal 2007, sarà convertito in residenze di lusso e spazi commerciali; il resto verrà demolito per fare spazio a nuovi high-rise building (firmati Shop) e un parco urbano (Field Operations), seguendo il talvolta discutibile, ma inevitabile processo di trasformazione che sta coinvolgendo l’intera città.

In occasione dell’imminente demolizione del magazzino principale della fabbrica, Creative Time - organizzazione culturale con base a New York che si occupa di eventi d’arte pubblica - in collaborazione con Two Trees e Domino Sugar, ha commissionato all’artista Kara Walker un’installazione temporanea con a tema lo zucchero. Inaspettatamente, l’artista ha confezionato un’opera che critica l’industria stessa dello zucchero che le ha fornito il materiale e lo spazio con cui lavorare. “Effetto-cavallo di Troia dell’arte pubblica” ha commentato ironicamente Kara Walker.

Con i suoi ventidue metri di lunghezza e dieci di altezza, un corpo di sfinge dai tratti iper-sensuali, e il viso di mammy con fazzoletto in testa, A Subtlety or the Marvelous Sugar Baby è un collage di immagini stereotipate della donna afro-americana. I temi - che Kara Walker suggerisce gradualmente usando l’intero spazio che si deve percorrere dall’ingresso della fabbrica alla scultura, accanto a una processione di bambini-caramella - sono quelli della schiavitù, del colonialismo, dello sfruttamento fisico e sessuale nell’industria dello zucchero.

La semplicità dell’installazione e dell’edificio che la racchiude nascondono in realtà momenti complessi della storia americana, stratificati come la melassa ancora presente sulle pareti della fabbrica Domino, finalmente esposta al pubblico ancora per poche settimane.

Domino Sugar Factory
316 Kent Avenue, Brooklyn
New York, United States
fino al 6 luglio 2014


di Francesca Cigola / 4 Giugno 2014

CORNER

Design collection

[Design]

Una vetrina per il tempo

Una pendola icona rinasce in un corpo trasparente e contemporaneo

Natale

[Design]

Think Pink

Le surreali Porsche rosa di Chris Labrooy a Palm Spring

installazioni

[Design]

Marble passion

10 proposte celebrano il materiale evergreen per eccellenza

accessori di design

[Design]

Suda e ti dirò chi sei

Un cerotto multiuso per sportivi che monitora l'idratazione

tecnologia

[Design]

Dirotta su Cuba

Fermento culturale e antichi spiriti da scoprire nell'isola caraibica

itinerari

[Design]

Hanoi vista dall'alto

Le colorate fotografie degli ambulanti vietnamiti in bicicletta

Itinerari

[Design]

Nuove frontiere dell’arte

Groviglio di pixel per l’arte virtuale di Miguel Chevalier

mostre

[Design]

Chilling in New York

Un’installazione temporanea invita al relax nella grande mela

installazioni

[Design]

Design Museum, la prima

Una mostra dal titolo Fear and Love inaugura in Kensington High Street

Mostre

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web