ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Arclinea e le sue cucine da chef

Evoluzione dell'area Kitchen. Dai grandi ristoranti stellati agli spazi domestici l'azienda vicentina trasporta nelle nostre case le prestazioni e la tecnologia dei modelli professionali

L’esperienza della cucina sta diventando da abitudine quotidiana un processo dilatato nel tempo che si trasferisce dall’atto finale della degustazione a quello, preliminare e più appagante, della preparazione del cibo.

Cucinare, dunque, è diventato qualcosa che va oltre la semplice esigenza primaria. Gli chef stellati sono ormai parte dell’olimpo mediatico e partecipare a una masterclass con cuochi professionisti è più eccitante e soddisfacente che non il semplice gustare una prelibata cena in uno dei loro ristoranti.

Arclinea ha fatto propria questa intuizione proponendo, al Salone del Mobile 2014, una felice reinterpretazione dell'Artusi, storico modello disegnato da Antonio Citterio nel 1997, che - fin dalla sua ideazione – ha rappresentato la cucina professionale adattata alle dimensioni domestiche.

È un’evoluzione ad alto contenuto di design e tecnologia, che potenzia il concetto di professionalità, a cui Artusi è naturalmente votata, attraverso le prestazioni uniche e innovative di Grand Cuisine by Electrolux Professional.

L'operazione è propria del Dna di Arclinea. L’idea che una cucina domestica possa fornire prestazioni elevate, abbinate a un design di qualità, è alla base delle proposte dell’azienda vicentina ambasciatore, nel mondo, della cultura enogastronomica italiana.

Creatività, cultura enogastronomica e altissima qualità nei materiali, sono anche gli ingredienti di un altro best seller di Arclinea, sempre progettata da Citterio. Si tratta di Italia, la cucina professionale perfetta per chi vuole in casa le stesse prestazioni di un ristorante, riattualizzata con la nuova finitura in PVD (acronimo di Physical Vapour Deposition).

Ogni elemento in acciaio è trattato attraverso la deposizione del titanio per mezzo di un procedimento che lega i due metalli a livello molecolare. La superficie ottenuta risulta più resistente all’usura, alla corrosione e al graffio. Ogni ambiente è organizzato con grandi piani di lavoro affiancati da contenitori capienti, internamente attrezzati in modo razionale ed efficiente, con piani cottura ampliati, due zone lavaggio differenziate e separate per le stoviglie e i cibi.

Dal cibo al vino il passo è quasi scontato. Lo testimonia la linea di prodotti Winery, nata dall’evoluzione della Project Division Arclinea per conservare e valorizzare un altro prezioso prodotto della nostra cultura. Ecco dunque le cantine, gli enopocket, i banchi di degustazione già scelti e proposti in spazi di vera eccellenza (Eataly Roma, MSC Crociere, Enoscuola Luca Gardini presso Mercato Centrale Firenze, Masi Agricola).

Fanno parte di questa nuova linea anche Vina, mobile conservazione vini (da 120 cm o multipli) con ante in vetrocamera Stopsol, cornice alluminio con finitura inox, e Vina Epicure, che accosta il mobile conservazione al mobile Beverage Centre completo di Humidor per la conservazione dei sigari.

Nel 2010 l'azienda vicentina ha creato Arclinea Design Cooking School, la rete internazionale di scuole di cucina firmate dal design del brand. Fanno parte di questa rete che ha scelto Arclinea per le scuole di cucina o enoscuole, tra gli altri, anche: Rossano Boscolo (Boscolo Etoile Academy, Tuscania), Mario Batali, Lidia e Joe Bastianich (Eataly NY), Luca Montersino e Francesca Maggio (Icook, Chieri), Luca Marchini (1 stella Michelin, ristorante L’Erba del Re, Modena), Nicola Portinari (2 stelle Michelin, ristorante La Peca, Lonigo, Vicenza), Luca Gardini (miglior sommelier del mondo WSA 2010), Csaba Dalla Zorza (Lezioni Private, Milano), Alba Pezone (Atelier Parole in cucina, Parigi), Erica e Camilla Maggiora (La Maggiorana, Torino).


CORNER

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web