ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

IKEA e HAY: il dream team scandinavo

I must have stagionali per una casa minimal? Sono quelli di YPPERLIG, la nuova collezione che celebra il design essenziale ma espressivo

Sono gli anni sessanta ad aprire le nostre case alla minimal art: protagonista di un radicale cambiamento artistico e concettuale, si caratterizza per le forme asciutte e per l'enfasi sull'oggettualità e fisicità dell'opera che arriva a ridurre le strutture in geometrie essenziali. Da allora, dalla "riduzione minimale" del filosofo Richard Wollheim, tante cose sono cambiate: il minimal resta, sì, sostanziale, ma non gioca più con gli stilemi dell'impersonalità e della freddezza emozionale. Oggi, design minimale significa - anche - design emozionale: quello capace di trasformare un ambiente in un luogo accogliente, pur rispettando la logica dell'essenziale. Quello, insomma, capace di mostrarci il fascino della semplicità.

È proprio questo il motto della nuova collezione di IKEA, YPPERLIG, creata in collaborazione con l'azienda di design danese HAY: una collezione capace di combinare materiali, colori e tecniche di produzione, inserendosi nel panorama della contemporaneità già destinata a diventare cult.

I volti dietro alla collezione: Hay in breve

Prima di scoprire YPPERLIG, conosciamo chi si nasconde dietro ogni suo dettaglio. IKEA, infatti, ha collaborato con l'azienda di design danese HAY: fondata dalla coppia Mette e Rolf Hay, si dedica al design contemporaneo, accessibile e destinato a durare nel tempo. La forza della collaborazione fra IKEA e HAY è l'elemento rivoluzionario ed innovativo capace di creare una collezione unica nel suo genere: "Viviamo in un'epoca in cui è importante la condivisione delle esperienze e in futuro si punterà molto sulle collaborazioni" dice Mette. "Uno dei motivi che ci hanno spinto a lavorare con IKEA è che potevamo imparare qualcosa l'uno dagli altri" aggiunge Rolf. 

E, infatti, è stato proprio così: dall'incessante dialogo fra le due aziende, dallo studio dei dettagli e dalle ore passate direttamente in fabbrica per comprendere e migliorare i meccanismi di produzione, è nata YPPERLIG.
Vero snodo stilistico di questa collezione è il mix di legni, metalli e tessuti che realizza strutture semplici, ma al contempo eleganti e sofisticate. Anche i colori sono calibratamente combinati: grigio, blu, verde, rosso e tonalità pastello si incontrano su superfici più o meno levigate, che celebrano l'essenzialità e l'espressività del design Scandinavo.

Ecco i suoi pezzi iconici.

 

Il divano letto

 

Ad una prima occhiata, sembra così basilare che viene spontaneo presupporre un irrisorio tempo di ideazione/produzione. E, invece, non è così: il divano a tre posti di YPPERLIG è la dimostrazione che, a volte, le cose più semplici sono quelle che richiedono più tempo. Quando si è trattato di creare un divano, infatti, il team composto da HAY ed IKEA si è concentrato su un doppio risultato: il prodotto doveva essere al contempo di design, ma anche comodo e adatto a dormirci sopra. Dopo una (lunga) serie di ragionamenti e prove, la struttura finale si è servita di un materasso a molle per conferire un aspetto essenziale, ma una sostanza confortevole al divano.

I tavoli

 

Impossibile non rivedere l'impronta scandinava nell'asse di legno del tavolo: non è un caso che YPPERLIG abbia rivisitato questa cifra stilistica in chiave moderna. Per il piano in legno, infatti, ha utilizzato un tamburato reso particolarmente resistente, mentre per le gambe ha abbinato il legno massiccio al metallo. Il risultato? Un tavolo resistente, ma dal design lineare e dal fascino naturale.

Gli specchi

 

La funzionalità che incontra l'estetica: gli specchi di YPPERLIG rappresentano l'espressione stilistica della collezione, capace di coniugare praticità e armonia. Disponibili in tre misure e colori divesi - rosso, verde e bianco - gli specchi sono infatti dotati di una piccola mensola per appoggiare gli oggetti del quotidiano, come chiavi e memo. Testati per resistere all'umidità, sono anche adatti al bagno!

La lampada

 

Altro pezzo apparentemente semplice, altra sfida. Come per il divano-letto, infatti, anche la realizzazione della lampada della collezione è stata definita da uno studio delle tecniche produttive attento, meticoloso e protratto a lungo. Il risultato ha soddisfatto tutti: si tratta di una lampada estremamente sottile, a LED e caratterizzata da un dimmer a sfioramento integrato. La luce è leggera, regolabile, ma mai abbagliante e orientabile in ogni punto della casa.

La sedia monoblocco

 

Il vero fiore all'occhiello della collezione, il pezzo di cui HAY è più orgoglioso: la sedia monoblocco rappresenta in termini di realizzazione, dimensioni e struttura l'emblema di YPPERLIG. Sono state necessarie numerose visite in fabbrica per arrivare al perfezionamento del processo produttivo dello stampaggio a iniezione: in uno stampo con la forma della sedia è stata iniettata la plastica fusa, per una durata di appena 30 secondi. In questo modo, il prodotto resta leggero. E, al contempo, diventa un vero esempio di comfort e stile, che lo rende adatto anche agli ambienti pubblici. La sedia è piaciuta così tanto che sono state create due versioni: una per il tavolo da pranzo e una poltrona, più bassa, per godere dei momenti di relax.

I tessili

Fondamentali all'interno della collezione perché si inseriscono fra legno e metallo aggiungendo un tocco di charme accogliente e sofisticato all'ambiente: i cuscini della collezione YPPERLIG sono caratterizzati da una doppia natura. Hanno, infatti, un motivo diverso per ciascun lato e, in questo modo, diventano simbolo di una personalizzazione morbida e calda della casa.

Il nuovo volto della borsa iconica

L'abbiamo tenuta per ultima non perché fosse meno importante, ma proprio per riservarle tutto lo spazio che un'icona si merita. Non stiamo parlando di un oggetto di arredo, di un mobile o di una tecnica di produzione: stiamo parlando di una borsa. Anzi, DELLA borsa, quella blu, di IKEA. "Non viene considerato un oggetto di design", sottolinea Mette, "anche se è uno dei prodotti più noti e usati dell'assortimento IKEA." Ecco, allora, che, HAY ha voluto rivisitare in tre nuovi versioni sempre, ovviamente, fedeli all'originale, ma con l'inconfondibile tocco YPPERLIG: lo vediamo nell'innovativa scelta dei colori e delle texture che ne fanno un vero omaggio a un pezzo iconico.


di Content Team / 11 Ottobre 2017
tags:

design

CORNER

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web