ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Gaetano Pesce in mostra a Roma

Il tempo della diversità. Al MAXXI la retrospettiva dedicata al designer e architetto italiano

Il 26 giugno al MAXXI di Roma si inaugura una retrospettiva dedicata a Gaetano Pesce. La mostra, a cura di Gianni Mercurio e Domitilla Dardi, si intitola Il tempo della diversità e vuole rendere omaggio all’artista che da sempre si è distinto per il suo impegno a favore della casualità e dell’anticonformismo. Architetto e designer, Gaetano Pesce per tutta la vita ha teorizzato l’abbattimento delle barriere tra discipline, a favore di un’arte più vasta e completa, elogiando il difetto e l’errore come forme d’arte.

La mostra presenta il percorso creativo dell’artista, dalle sue prime opere agli oggetti più recenti, con disegni, bozzetti e tanti modelli originali. Sette sono i diversi percorsi tematici proposti, in un itinerario che coinvolge il visitatore rendendolo coprotagonista dell’evento: Non standard, Persona, Luogo, Difetto, Paesaggio, Corpo, Politica. Una prima parte dell’allestimento è costituita da un sistema di 40 pannelli mobili, che raccontano il lavoro dell’artista dagli Anni 60 a oggi. La seconda parte invece è costituita da una video installazione, creata apposta per il Maxxi con il Tempo come protagonista.

Infine, nella piazza esterna si trova un modello gigante della poltrona Up 5&6, oggetto icona che Gaetano Pesce creò nel 1969 per denunciare la condizione femminile, prodotta ancora oggi da B&B Italia. Questa nuova versione della seduta, chiamata anche “Donna” e “Mamma”, è alta 7 metri, in polistirolo e resina, e vuole simbolicamente enfatizzare la denuncia delle violenze che le donne di oggi ancora subiscono.


di Maria Chiara Antonini / 16 Giugno 2014

CORNER

Design collection

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

[Design]

Il ritorno della Fashion Age spaziale

Breve storia della spacemania che ha contagiato la moda

moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web