ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

A Londra la prima WikiHouse 4.0

Come costruirsi una casa ecologica con low tecnology a meno di 50.000 sterline

Una dimora a due piani che si scarica online e si monta come uno scaffale per meno di 50.000 sterline. Non è l’incubo degli agenti immobiliari, né il sogno di chi non può permettersi il mutuo, bensì il progetto WikiHouse 4.0 lanciato in occasione del London design Festival 2014 da Arup, Zero Zero e The Building Centre.

In piena crisi degli alloggi, questo prototipo si è materializzato in poche nel centro di Londra, a due passi dal British Museum, come una provocazione e una sfida. L’obiettivo dei partner promotori è dimostrare che le nuove tecnologie consentono a chiunque di costruire la propria casa a prezzi accessibili, senza bisogno di particolari competenze.

«Non crediamo che WikiHouse sia l'unica soluzione alla crisi immobiliare, ma vogliamo stimolare un dibattito dirompente e sfidare i proprietari dei terreni, gli urbanisti e i responsabili politici ad affrontare in modo diverso gli ostacoli, come ad esempio i costi dei terreni o degli edifici», ha dichiarato Alastair Parvin, uno designer di Zero Zero studio.
Low cost, alte prestazioni, accessibilità sono le caratteristiche fondanti di questa alternativa. Grazie all’open source, ogni utente della rete potrà scaricare gratuitamente il progetto, personalizzarlo e assemblarlo, tagliando i pezzi con la macchina di taglio CNC (Computer Numerical Control). Con l’avvento delle tecnologie 3D printing inoltre, sarà possibile nel prossimo futuro stampare direttamente i pezzi della casa-scaffale, agevolando ancora di più il processo di costruzione.

Nel mondo ci sono già diverse persone, privati e aziende, interessate al kit. Se volete aggiungere il vostro nome alla lista dei costruttori fai-da-te potete scrivere a enquiries@wikihouse.cc.
A un passo dalla terza rivoluzione industriale, il wiki, il 3D printing e l'internet of things cambieranno per sempre il nostro modo di costruire e vivere gli oggetti. La casa senza tetto, installata nel cortile di Londra, è una sorta di cartolina dal futuro.

Sito:
http://www.wikihouse.cc/


di Laura Ghisellini / 25 Settembre 2014

CORNER

Design collection

[Design]

Il filo nascosto

Location e scenografia di un film che sta incantando tutti

Costume

[Design]

Prada al Neon

La sfilata, la nuova Torre della Fondazione Prada e Milano

Costume

[Design]

Il revival degli Shaker

Torna di moda uno stile ascetico e funzionale, antesignano del minimal

Costume

[Design]

3 gazebo per l'estate

Vivere all'aperto non è mai stata così dolce

arredi di design

[Design]

Una casa da re!

Chi firma gli arredi delle residenze reali?

Costume

[Design]

Righe e rossetto per Ikea

La collezione di mobili Ikea firmata da Bea Akerlund

Arredi di design

[Design]

Siamo tutti Dott. Frankenstein

La collezione di Gucci a Milano è un tributo al viaggio interiore

Costume

[Design]

Il ristorante pop up di Nichetto

Alla Stockholm Furniture Fair ci si incontra da Ratatouille

Ristoranti

[Design]

I fondamentali in cucina

La collezione di utensili da cucina Hay Kitchen Market

Accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali