ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Accessori e borse in pelle double color per esplorare i confini

Il brand Tsatsas dà vita a un’installazione sul tema della diversità assemblando borse e accessori unici come parte di un’unica opera coerente

accessori-borse-in-pelle-double-color-tsatsas

“Where I end and you begin”, sino a fine gennaio 2017 all’atelier Tsatsas, Francoforte

Possono accessori e borse in pelle esprimere un tema complesso e controverso come quello dei confini reali e immaginari? Il brand Tsatsas ne ha dato prova con l’installazione “Where I end and you begin”, una creativa composizione che, in maniera concettuale e minimal, mostra come ogni singolo pezzo, all’apparenza diverso dall’altro, si integri alla perfezione con il tutto.

 

 

Apparsa per la prima volta al Salone della Moda di Berlino nel 2016, l’installazione “Where I end and you begin” è aperta al pubblico sino alla fine di gennaio 2017 all’atelier Tsatsas, a Francoforte. Gli accessori e le borse in pelle artigianali prodotti con cura dal marchio tedesco, sono i tasselli di una singolare installazione che esplora i confini tra gli oggetti: osservati singolarmente, non sono altro che un insieme di elementi individuali, ma insieme elevano la loro identità “limitata” per dare vita a un'opera coerente.

 

 

I colori della pelle, bianco crema e blu, con cui sono stati ideati gli accessori, sono il mezzo per evidenziare questa diversità, renderla visibile, ripetuta anche nello spazio che le ospita: un solido cubo rivestito dello stesso materiale e colore. Singoli oggetti di un'unica tonalità si associano allo stesso gruppo, ma i particolari del colore “antagonista”, richiamano l’uno come parte essenziale del tutto. Chi può dire dove inizia uno e dove finisce l’altro?


di Essia Sahli / 24 Gennaio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Cenerentola a Milano

Arte e design riportano in vita uno spazio disabitato da 40 anni

mostre

[Design]

La religione e il design

L'oggettistica sacra vista dai designer alla Rinascente di Roma

negozi di design

[Design]

Come si sceglie l'anello?

Dall'alta gioielleria allo star system, le tendenze degli engagement rings

Costume

[Design]

Decorazioni islamiche online

Un sito raccoglie centinaia di pattern geometrici

costume

[Design]

Gli specchi di Magrelli

Quando l'uomo scompare resta solo lo spazio

costume

[Design]

I mobili per la vita sedentaria

Una designer polacca immagina il futuro dell'uomo sedentario

scuole

[Design]

Non è solo profumo

Fragranze che si ispirano all'architettura, al cibo e alla moda

design e wellness

[Design]

Il materasso a occhi chiusi

Una guida e sei proposte per trovare il materasso perfetto

letti di design

[Design]

Castiglioni in 3 icone

Alla scoperta di 3 pezzi di design leggendari del grande maestro

Oggetti di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web