ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Costruire visioni

A Palazzo Reale sei grandi nomi per la mostra Alcantara, Technology of Dreams

La prima sezione dell’esposizione Alcantara, Technology of Dreams a Palazzo Reale è surreale. Anzi, Sul-reale: così ha intitolato la sua installazione Gentucca Bini, stilista e designer, che ha trasformato le prime stanze degli Appartamenti di Riserva con illusioni ottiche. Pareti che si sfogliano, arredi mimetici, pavimenti che interrompono la loro bidimensionalità con improvvise piccole creste architettoniche.

«Ho fatto tutto quello che non si poteva fare», racconta Gentucca Bini. Grazie alla capacità d’impressione fotografica a stampa di Alcantara, è riuscita a intervenire in maniera perfettamente realistica sugli elementi architettonici altrimenti intoccabili di Palazzo Reale.

Sotto la guida attenta dei curatori Giulio Cappellini e Domitilla Dardi, sei progettisti di diversi settori (fashion, light, interior, product, exhibition) si sono confrontati con le potenzialità di un materiale versatile come Alcantara. E hanno realizzato altrettante installazioni site specific studiate per dialogare con la suggestiva cornice storica di uno dei più importanti spazi espositivi di Milano.

E così Nendo, con il suo allestimento elegante e minimale Il Teatro del Principe che accoglie i visitatori nella prima stanza della mostra, rievoca gli intarsi dei maestri ebanisti, mentre Giulio Cappellini si ispira per la sua installazione La tavola delle meraviglie ai banchetti reali del passato, coinvolgendo vista, gusto, tatto e olfatto. Oh Man, It’s A Ray di Ingo Maurer interviene su spazio e materiali con una suggestiva installazione luminosa, La fortezza del silenzio di Paola Navone è una struttura di cuscini avvolgente, simile ai fortini costruiti dai bambini per isolarsi dal resto del mondo, e Cromofono di Ico Migliore e Mara Servetto è una grande ruota interattiva di colori, texture e suoni, con contributo grafico di Italo Lupi, che ricorda le macchine sceniche delle corti reali.

La mostra Alcantara, Technology of Dreams sarà visitabile gratuitamente a Palazzo Reale, negli Appartamenti di Riserva, fino al 31 maggio.

www.alcantara.com


di Annalisa Rosso / 8 Maggio 2015

CORNER

Design collection

[Design]

L’ecosostenibilità dell’ufficio 4.0

Con Ore Streams Formafantasma si cimenta sul tema dell'e-waste

arredi per uffici

[Design]

Vico Magistretti: 3 icone

I pezzi ever green di uno dei padri fondatori dell’Italian Design

Oggetti di design

[Design]

Cenerentola a Milano

Arte e design riportano in vita uno spazio disabitato da 40 anni

mostre

[Design]

La religione e il design

L'oggettistica sacra vista dai designer alla Rinascente di Roma

negozi di design

[Design]

Come si sceglie l'anello?

Dall'alta gioielleria allo star system, le tendenze degli engagement rings

Costume

[Design]

Decorazioni islamiche online

Un sito raccoglie centinaia di pattern geometrici

costume

[Design]

Gli specchi di Magrelli

Quando l'uomo scompare resta solo lo spazio

costume

[Design]

I mobili per la vita sedentaria

Una designer polacca immagina il futuro dell'uomo sedentario

scuole

[Design]

Non è solo profumo

Fragranze che si ispirano all'architettura, al cibo e alla moda

design e wellness

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web