ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Altagamma parla di Design Made in Italy, di sfide e visioni

Milano è la capitale assoluta del design e il Made in Italy è in gran forma, ma serve un nuovo twist

altagamma-design-made-in-italy
Andrea Rota Nodari

Milano capitale assoluta del design e il Made in Italy si conferma l’eccellenza del settore. Ma per continuare a vincere in un mercato globale e veloce, si deve sfidare di più il mondo digitale, comunicare, coinvolgere, snellirsi, puntare sul brand

Al convegno promosso da Altagamma si riflette su Milano capitale mondiale assoluta del design, vivace più che mai tutto l’anno, e con l’apice della settimana del Salone del Mobile di aprile. L’eccellenza del design e dell’arredamento resta monopolio italiano, il miglior saper fare, abbinato alle idee, è Made in Italy.

Ma un mondo che, per stare al passo con i tempi e garantirsi il futuro, in un mercato sempre più complesso e veloce, sente in prima persona la necessità e la voglia di rinnovarsi e snellirsi, imparare a cavalcare la rivoluzione digitale e Instagram, a esplorare e sfruttare l’e-commerce, fare branding, comunicazione e non perdere l’opportunità di oggi di relazione diretta con il cliente.

Ha lanciato e approfondito questi temi caldi il convegno “Design oggi: sfide e visioni”, appena tenutosi a Milano, su idea e organizzazione di Altagamma, fondazione che riunisce il meglio dell’industria culturale e creativa italiana, punto di riferimento, con i suoi Osservatori, per il lusso (prossimo appuntamento il 20 ottobre) e che qui indaga anche il mondo del design.

Il Direttore Generale Stefania Lazzaroni ha invitato a raccontare la propria attività e visione: Claudio Luti, Presidente Kartell e Vice Presidente Altagamma, l’Architetto Antonio Citterio, Alberto Alessi Presidente Alessi, Roberto Gavazzi, Amministratore Delegato Boffi e De Padova, Andrea Ciccoli fondatore di Level Group / WallpaperSTORE* e Andrea Ghizzoni, Country Director WeChat Italia, UK e Francia.

L’imprenditoria e l’industria a confronto con nuove voci, sviluppi e spunti, tra la rilevanza del marketing classico in caduta libera, la forza di WeChat, il target dei cosiddetti Millennials (ma chi sono davvero?), magazine di design che non solo raccontano prodotti ma ora anche li vendono, e vice-versa, brand, che per vendere devono sempre più produrre contenuti e raccontare e veicolare storie (leggi anche → Design, industria e finanza)

Ha fatto il punto della situazione, presentando una preziosissima ricerca, Claudia D’Arpizio, Consulente n.1 nei mondi lusso, moda e design, Partner della società internazionale Bain&Co, la quale dimostra le potenzialità del settore (si cresce e il 2015 ha superato per la prima volta il livello pre-crisi, con una crescita sul 2014 del +4% a tassi costanti), ammonendo però le aziende ad abbracciare con più vigore le strategie di social marketing oggi a portata di mano. “Come raggiungere il consumatore del futuro? Investire di più nella comunicazione e fare branding. È vero in altri settori è più facile, qui è più complesso, perché il prodotto non solo va mostrato, ma anche fatto vivere”.

Al retail tradizionale in crisi – come conferma Gavazzi del marchio leader di cucine Boffi, riconoscendo anche la propria arretratezza in termini digitali - risponde Andrea Ghizzoni proponendo dalla Cina WeChat: applicazione non solo per messaggi come WhatsApp, ma anche per comunicare con il consumatore in modo puntuale, “ingaggiarlo” e vendere, sfruttando la mobilità e la potenzialità della geo-localizzazione.

Alessi invece sta puntando su Limited Edition, a un mercato di collezionisti e servizi per la sua clientela sempre più personalizzati ed esclusivi (ha appena lanciato la serie limitata in 1000 esemplari di oggetti per la tavola Circus in collaborazione con Marcel Wanders, leggi anche → Alessi e Marcel Wanders firmano Circus).

Ma, cambiamenti in atto, eventuali o necessari per le aziende, l’Italia resta al centro del sistema design e arredo internazionale, con Milano e il Salone del Mobile protagonisti indiscussi più che mai. Conferma con sicurezza e orgoglio Claudio Luti: “Non c’è concorrenza al mondo che regga. Il Salone rappresenta il momento e la vetrina più importante, sia per i giovani che per le archistar. Londra, con il London Design Festival di settembre, si sta dando da fare, ma non ha le nostre aziende, la nostra storia e filiera. Sono bravi a fare marketing, ma non hanno dietro quello che abbiamo noi. Dobbiamo solo diventare più bravi a fare sistema, marketing e promozione”.

www.altagamma.it


di Caterina Lunghi / 8 Ottobre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Non è solo una sedia di plastica

Ray e Charles Eames el'invezione di un'icona del design del XX secolo

Oggetti di design

[Design]

L'armadio dei sogni

Classico o moderno? I nostri sei preferiti per la camera da letto

Arredi di design

[Design]

Cuba is...

120 immagini per scoprire un'isola che cambia

mostre

[Design]

Artissima & Co.

Annessi e connessi alla fiera di arte contemporanea più importante d'Italia

fiere

[Design]

Che ore sono?

Aspettando l'ora solare, un’occhiata all’orologio, meglio se di design

accessori di design

[Design]

Come nasce un orologio di lusso

Qualità, bellezza, longevità, ecco la ricetta di Sekford

orologi di design

[Design]

Tutto sugli Eames

Una grande retrospettiva al Vitra Design Museum

mostre

[Design]

Fotografare il lavoro

A Bologna lo sguardo sul mondo del lavoro di 14 grandi fotografi

mostre

[Design]

Zucche di design

10 alternative alle solite decorazioni per la festa più creepy

accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web