ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Artissima 2017, piccola guida indispensabile

Come organizzare, a Torino, la visita a una delle più importanti fiere di arte contemporanea d'Italia

artissima-2017-guida
Artissima 2016 - Photo Perottino/Alfero/Tardito

L'appuntamento con Artissima è senz'altro saliente nel panorama dell'autunno 2017 ma organizzare la propria visita alla fiera non è così scontato.

Il primo appuntamento imperdibile da segnalare all'interno delle mura di Artissima è il dialogue tra Hans Ulrich Obrist, uno dei più importanti curatori internazionali della nostra epoca, e Kamasi Washington, rivelazione del jazz degli ultimi 3 o 4 anni già diventato icona. L'incontro si tiene giovedì 2 novembre alle 18:00 all'interno della sezione Piper. Learning at the discoteque in collaborazione con OGR – Officine Grandi Riparazioni e Club to Club. 

Questo è solo il primo dei molti eventi che si susseguono all'interno di questa sezione che include anche il programma di the classroom (https://www.facebook.com/theclassroommilano/) e gli intermezzi dal titolo Superbudda Sound Intermission. Da appuntare sull'agenda “piper” anche l'incontro di sabato alle 14:00 con Corrado Levi. 

Anche al Meeting Pointcurato da La Stampa troviamo un fitto programma di incontri con curatori, artisti e giornalisti, mentrè è nell'area de I Salotti che si potranno seguire le presentazioni di libri e nuovi progetti editoriali.

Zigzagando tra gli stand della fiera si potrà inoltre approfittare di guide d'eccezione che ci guideranno in esplorazioni mirate alla scoperta di opere, artisti o linguaggi specifici. Come? Coppie di curatori e collezionisti saranno i protagonisti dei Walkie Talkies, dialoghi brevi, quasi degli intermezzi, che permettono di sviluppare percorsi originali intorno alle opere, portando la conversazione fisicamente tra gli stand di Artissima dove nascono nuovi punti di vista e nuove chiavi di lettura della fiera e dall’arte contemporanea stessa. Il programma è curato da Abaseh Mirvali e si compone di 13 visite, ciascuna della durata di circa 30 minuti, da venerdì 3 a domenica 5 novembre, e vedrà l’alternarsi di 26 guide tra curatori e collezionisti internazionali. 

Ma avvalersi delle super guide selezionate non è l'unico sistema per districarsi nei percorsi: grazie alla nuova piattaforma artissima.art il catalogo della fiera diventa digitale. Ogni visitatore potrà esplorare gli spazi virtualmente e creare un'area dedicata in cui salvare le opere, le gallerie e gli artisti potendo fruire di questa collezione personalizzata anche a fiera conclusa. A questo si aggiunge un'agenda online che interagisce con la wishlist per archiviare gli eventi preferiti tra talk, visite guidate, premiazioni e incontri. 

Per non perdersi gli award dell'arte consigliamo infine di non mancare a quello che è diventato ormai uno degli appuntamenti più importanti all'interno di Artissima, il Premio Illy, che seleziona un talento emergente all'interno della sezione Present Futurecurata da Cloé Perrone. La premiazione si tiene venerdì 3 Novembre alle 14:30 all'Illy Cafè.

Il programma dettagliatissimo si può trovare – e personalizzare – qui: www.artissima.art/it/agenda

LEGGI ANCHE:
Artissima e Operae al via
 Dopo Artissima dove si va?
Artissima e Torino, quando la fiera diventa un meccanismo di tutta la città


di Elisabetta Donati De Conte / 31 Ottobre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il filo nascosto

Location e scenografia di un film che sta incantando tutti

Costume

[Design]

Prada al Neon

La sfilata, la nuova Torre della Fondazione Prada e Milano

Costume

[Design]

Il revival degli Shaker

Torna di moda uno stile ascetico e funzionale, antesignano del minimal

Costume

[Design]

3 gazebo per l'estate

Vivere all'aperto non è mai stata così dolce

arredi di design

[Design]

Una casa da re!

Chi firma gli arredi delle residenze reali?

Costume

[Design]

Righe e rossetto per Ikea

La collezione di mobili Ikea firmata da Bea Akerlund

Arredi di design

[Design]

Siamo tutti Dott. Frankenstein

La collezione di Gucci a Milano è un tributo al viaggio interiore

Costume

[Design]

Il ristorante pop up di Nichetto

Alla Stockholm Furniture Fair ci si incontra da Ratatouille

Ristoranti

[Design]

I fondamentali in cucina

La collezione di utensili da cucina Hay Kitchen Market

Accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali