ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

160 anni di storia di Borsalino. E adesso?

A pochi giorni dall'annuncio che l'iconica azienda di cappelli non ottiene il concordato preventivo dal tribunale, ripercorriamo miti e leggende di un brand che ha fatto storia

00-borsalino-fallimento

Borsalino è fallimento: il Tribunale ha respinto per la seconda volta la richiesta di concordato preventivo sancendo il fallimento dell’iconico brand di cappelli (dopo il crack finanziario di 2 anni e mezzo fa).

Ora si apre una fase di profonda incertezza per l’azienda alessandrina, ma i rappresentanti dei lavoratori e le istituzioni sono già in prima linea, anche perché in questi mesi l’attività dello stabilimento è continuata regolarmente, con un incremento di volumi e fatturato: «L’azienda non si deve fermare, tutto il territorio deve fare in modo che il marchio resti legato alla fabbrica di Spinetta Marengo».

Borsalino è sinonimo di 160 anni di storia di un’eccellenza del Made in Italy che tra le primissime conquistò i cuori dello star system Hollywoodiano e poi di tutto il mondo. Humphrey Bogart, Alain Delon, Jean-Paul Belmondo, e ancora Indiana Jones e Freddy Kruger, personaggi reali o inventati impossibili da immaginare senza il loro Borsalino. Un cappello che metteva d’accordo tutti, buoni e cattivi, dai presedenti ai gagster come Al Capone, passando per il “Bad” della musica: Michael Jackson.

La storia di questa leggenda italiana ebbe inizio 4 aprile 1857 quando Giuseppe Borsalino aprì ad Alessandria un laboratorio specializzato nella produzione di cappelli in feltro. Consacrata dal Grand Prix, all'Esposition Universelle di Parigi del 1900, la fama del marchio si diffuse in tutto il mondo tanto che in quel periodo Borsalino arrivò a produrre circa 2 milioni di cappelli l’anno con 2.500 dipendenti.

Nella storia aziendale la ricchezza prodotta dalla fabbrica venne sempre investita sul territorio. L'acquedotto, la rete fognaria, l'ospedale civile, il sanatorio, la casa di riposo e l’università (che occupa oggi la sede storica dell’azienda) sono il lascito della dinastia imprenditoriale Borsalino ad Alessandria. Questi stessi imprenditori commissionarono all’architetto Ignazio Gardella nel 1950 le case per gli impiegati della Borsalino, un’opera che per qualità e modernità è entrata di diritto nella storia dell’architettura.

Ma a poco è servito il riconoscimento del ministero dell'Economia che quest’anno ha dedicato un francobollo per celebrare 160 anni di storia dell’azienda Borsalino collocandola tra le  "Eccellenze del sistema produttivo”.


di Pietro Terzini / 19 Dicembre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il peso della Corona

Viaggio tra le corone della regina

Lifestyle

[Design]

Un designer ci salverà

14 progetti raccontano come possiamo sconfiggere la plastica

Top ten

[Design]

Il design incontra Amatrice

Il design punta sul volontariato per promuovere il riscatto di Amatrice

interviste

[Design]

Fino all’osso

Tornano di moda gli intarsi preziosi, tra lusso e stile etnico

Lifestyle

[Design]

Prada secondo gli architetti

Sfila il nylon nero visto dai grandi dell'architettura e del design

Lifestyle

[Design]

Ice bucket per tutti

E quando non vi serve, potete sempre usarlo per i fiori

accessori di design

[Design]

La moda uomo in breve

Tutte le tendenze autunno inverno viste a Pitti Immagine Uomo

Lifestyle

[Design]

200 anni di Brooks Brothers

Breve storia del più antico brand americano di abbigliamento

Costume

[Design]

Posture da ufficio

Una collezione minimalista per tenersi in forma anche al lavoro

accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web