ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Questo camper mi ricorda qualcosa...

Ispirato all'Opera House di Sydney e alle sue tele bianche ecco un camper che proprio non avevate mai visto

camper-di-design
Courtesy of Yellow Window

Il design funzionale e grafico dell’Opera Camper acquista un sapore fiabesco nel buio della notte.

Campeggio sì ma con stile! Questa sembra la parola d’ordine che lo Studio belga Enthoven ha tenuto bene a mente quando ha progettato per Rob Vos questo camper che pare liberamento ispirato, con le sue volte a conchiglia, all’Opera House di Sydney.

E non solo i caratteristici archi appuntiti dal colore candido ma per L’Opera Camper anche il nome sembra essere stato preso in prestito dall’edificio simbolo della metropoli australiana.

Nè una tenda, nè un caravan e neppure una motor home, ma piuttosto una suite nella natura dove, se il confine con l’esterno è praticamente minimo, gli interni restano di grande lusso.

In mezzo al verde quindi ma con tutte le comodità di un hotel a 5 stelle: il refrigeratore per i vini, un buon riscaldamento, un espresso bar e una veranda in teak.

Questo ibrido per il nomade contemporaneo offre la qualità di un yacht di lusso insieme alla sensazione unica di dormire in una lodge africana: a proprio agio sotto le stelle.

Semplicissimi l’uso, il montaggio e la manutenzione grazie ad un sistema che estromettendo un pavimento in teak verso l’esterno ne ampia di molto la superficie mentre si alza un alto tetto ad ogive concentriche che non solo vanno a formare l’iconico tetto ma soprattutto lasciano il passaggio dell’aria garantendo una temperatura ottimale all’interno.

La luce proviene invece da un ampio “lucernaio” inserito tra le volute del tetto. L’interno dal design moderno offre il posto a due comodi letti, un cucinino e i servizi.

LEGGI ANCHE → Il camper del regista americano Zach Both


di Paola Testoni / 1 Giugno 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

[Design]

Il ritorno della Fashion Age spaziale

Breve storia della spacemania che ha contagiato la moda

moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web