ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

C'è un cerotto che ti dice quando bere

Un dispositivo sviluppato dall'Università dell'Illinois codifica i liquidi e monitora l'idratazione

cerotto-multiuso-sportivi

Il sudore è spesso associato a qualcosa di sgradevole, anche se potrebbe non essere dello stesso avviso il team di ricercatori dell’Università dell’Illinois, che ha sviluppato Sweat Tarcker, una sorta di cerotto in grado di codificare i liquidi che la pelle secerne, e di trasformarli in informazioni utili al monitoraggio della nostra idratazione.

Si potrebbe definire banalmente un cerotto, applicabile in zone prestabilite (come ad esempio l’avambraccio) che, tramite un sistema di sottili capillari attira il liquido fuoriuscito dalla nostra pelle verso dei piccoli sensori colorati che reagiscono al glucosio, all’acido lattico, al cloro e ai livelli di ph del nostro sudore. Il tutto viene registrato da un’apposita applicazione per smartphone, tramite la fotocamera dello stesso, che codifica le differenze cromatiche prodotte dai sensori all’interno dell’adesivo circolare.

Date le dimensioni ridotte e l’utilizzo monouso, è assolutamente indicato per gli sportivi, sopratutto in attività come le arti marziali, dove è proibito indossare oggetti ornamentali ai polsi. Come spiega John A. Rogers, il ricercatore a capo del progetto: “Il cerotto potrebbe essere usato in allenamento sportivo e militare per tenere sotto stretta osservazione la perdita degli elettroliti, e indirizzare verso la reidratazione prima che si raggiungano i limiti dell’organismo sotto sforzo”.

Sweat tracker non ha ancora un’app user friendly ed è ancora in fase di sviluppo, l’uscita è prevista solo tra qualche anno, nel frattempo noi ci auguriamo che possano svilupparne una versione semplificata, magari per trasformare il sudore in un’essenza profumata. Siamo certi che i pendolari e i frequentatori di palestre la troverebbero un’invenzione assolutamente utile. 

SCOPRI ANCHE:
Abitare iperconnesso
Urban videogame


di Alessio Gentile / 29 Novembre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

La forma della pasta

I cibi del futuro cambieranno forma? Il MIT dice di sì

tecnologia

[Design]

La barca a vela del futuro

Philippe Starck firma il nuovo colosso della nautica

Barche

[Design]

Progettare con uno scopo

8 progetti da non perdere degli studenti della Central Saint Martins di Londra

Progetti

[Design]

Coffee Break!

5 tazzine d'autore per bersi un caffè senza rinunciare al design.

design e artigianato

[Design]

Non chiamatelo gommone

Tecnorib svela la nuova ammiraglia, veloce e comoda, per Pirelli

Barche

[Design]

Smartwatch alla Vuitton

Il nuovo orologio della Maison per globe-trotter di lusso

Orologi di design

[Design]

Land art nel parco

La villa palladiana più bella d'Inghilterra ospita la mostra di Richard Long

mostre

[Design]

Un viaggio nell'arte

Le strade di Nantes si vestono d'arte per l'estate

Itinerari

[Design]

Il valore del design

Intervista alla curatrice della prossima edizione di Operæ 2017

interviste

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web