ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Come sarà la città del futuro? Se lo immagina Werner Aisslinger

In mostra a Monaco, “House of wonders” è il ritratto tridimensionale e futuristico di una società in cui robot, big data e design al servizio della tecnologia coincideranno con le priorità stesse dell’uomo.

In un’epoca in pieno mutamento come la nostra, in cui scoperte e innovazioni sono all’ordine del giorno, è naturale porsi la domanda “come sarà vivere e lavorare nella città del futuro?”. Il designer Werner Aisslinger, in particolare, si è chiesto in che modo i nuovi materiali che già hanno iniziato a rivoluzionare le industrie, la medicina e le bio-scienze verranno adoperati dall’uomo per semplificare anche i bisogni pratici di ogni giorno.

La risposta è arrivata attraverso un’installazione temporanea di ben dieci mesi al Design Museum di Monaco, Pinakothek der Moderne, visibile al pubblico fino al 17 settembre 2017. L’artista ha dato vita a “House of Wonders”, un modernissimo studio residenziale che rappresenta una micro città all’interno della Paternoster Hall del museo, in cui sembra davvero non mancare nulla.

Spazi ricreativi, zone relax e di lavoro in cui si integrano robot, droni e big data. Aisslinger è noto per le sue opere non convenzionali e per le sue strutture sostenibili, in cui è l’aspetto pratico unito all’estetica funzionale e accattivante a fare da protagonista. “House of Wonders” porta tutto ciò ad un livello superiore, immaginando una società in cui le famiglie potranno produrre cibo e riciclare oggetti in autonomia, ma anche condividere lavoro e conoscenze in maniera totalmente spontanea.

I perpetui cambiamenti dell’architettura, dei materiali e delle circostanze di vita saranno la continuità del domani: quella di Aisslinger è una prospettiva ottimistica in cui la tecnologia verrà totalmente addomesticata dall’uomo, e non viceversa.

www.aisslinger.de

SCOPRI ANCHE:
 Quali sono le città più belle del mondo per chi vive di design?
Come saranno gli ascensori della città del futuro?
 Il letto tecnologico del futuro


di Essia Sahli / 24 Gennaio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

[Design]

Il ritorno della Fashion Age spaziale

Breve storia della spacemania che ha contagiato la moda

moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web