ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Le composizioni floreali sono la nuova frontiera della street art

Geoffroy Mottart, artista belga, ha deciso di regalare un aspetto moderno a statue antiche, grazie al suo tocco floreale unico

Sembra che le composizioni floreali siano l'ultima frontiera della street art, almeno stando all’ultimo progetto di Geoffroy Mottart, che veste le vecchie statue di fiori, o meglio, fa loro barba e capelli.

Quante volte per strada incrociamo statue e mezzi busti più o meno datati, senza soffermare minimamente lo sguardo per ammirarli? L’artista dei fiori Geoffroy Mottart, residente in Belgio, è partito da questa triste constatazione per dare nuova vita (e look) alle opere che solitamente nessuno nota, o a cui non si fa più caso: dopotutto, anche queste fanno parte dell’eredità culturale di ogni città.

“Inserendo una nota floreale nei luoghi o negli oggetti, gli spettatori fanno attenzione al mio lavoro, ma riscoprono anche ciò che li circonda” ha dichiarato l’artista, che si è sempre lasciato sorprendere tanto dalla natura quanto dall’arte per evadere e immaginare la storia che queste possono raccontare.

Grazie alla sua abilità nella composizione floreale Mottart è riuscito così donare un soffio di originalità alle statue “dimenticate” in giro per il Belgio, suscitando l’interesse dei passanti e allo stesso tempo far letteralmente fiorire delle piccole aree urbane.

Un modo originale e molto artistico di mostrare come sia sufficiente un dettaglio che, in tutta la sua bellezza, rompa l’equilibrio della quotidianità per essere sorpresi, intrigati e affascinati da ciò che è sempre stato sotto i nostri occhi.

www.geoffroymottart.com

SCOPRI ANCHE:
→ Le composizioni floreali di Rebecca Louise Law
→ Fiori optical nel roof garden dei Piuarch


di Essia Sahli / 27 Gennaio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il successo di un no-brand

Muji non rivela mai i nomi dei designer con cui collabora: ecco perché

Arredi di design

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web