ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Chi avrebbe mai detto che la cucina di una barca può essere più bella di quella di un ristorante stellato?

Una selezione di cucine di bordo super accessoriate di ultima generazione che non hanno niente da invidiare a ristoranti e hotel

cucina-barca-a-vela-motore-accessori-per-la-nautica-gazzella

Quando si parla di cucina barca a vela e yacht di lusso non hanno niente da invidiare ai grandi hotel. Si tratta infatti di uno degli spazi su cui gli armatori di mega yacht pongono maggiore attenzione. E lo chef di bordo (generalmente di fiducia) viene spesso incluso nella fase di progettazione affinché nel suo regno, degno di un ristorante stellato, non manchi proprio nulla.

A isola, lineari, con piano in Corian o in ardesia, in legno o in acciaio inox, sono dotate dei più tecnologici accessori per cucina. E' così facile trovare a bordo abbattitori di temperatura, centrifughe, forni a vapore, estrattori, macchine per la pasta e il pane, persino gelatiere. E poi ancora cantine climatizzate per conservare la selezione di vini e champagne, ghiacciaie, freezer, dispense enormi e persino l’angolo per coltivare erbe fresche, in modo che lo yacht possa prendere il largo, e rimanere in autonomia per giorni.

La cucina professionale è oggi un must have a bordo e, come a casa o nei grandi ristoranti, è spesso un ambiente da mettere in mostra e dove poter anche pensare di passare, sostare ed ammirare l’art de la cuisine e della mise en place dello chef. Quindi non è solo funzionale ma anche bella e di design.

Ecco quindi che molti cantieri realizzano modelli bespoke secondo le odierne tendenze dell’home design e accontentando i desideri più disparati di armatori e chef. Come la cucina di Gazzella (foto apertura articolo), 50 metri di Codecasa, per esempio, con isola centrale e attrezzatura da cucina degna di un hotel con piani cottura a induzione, piastra teppan, friggitrice, vaporiera e wok a induzione.

O quella tutta in acciaio inox dell’explorer yacht Babbo realizzato dal Cantiere delle Marche (foto sotto).

A bordo del 35 metri Gipsy di Otam (foto sotto) un ambiente di 24 metri quadrati ha dato la possibilità all’architetto Tommaso Spadolini di disegnare una cucina funzionale con materiali leggeri, come l’acciaio e corian.

Splendida anche la cucina di Namasté, 42 metri Mangusta Oceano di Overmarine (foto sotto) realizzata inhouse in legno laccato bianco opaco: con inserti in acciaio, ha un piano infinito in ardesia; così come quella a bordo del 45 metri Amore mio di Heesen totalmente realizzata in acciaio e Corian (foto sotto).

Per chi si domandasse come può essere una cucina di una barca a vela, tranquilli a bordo di SeaEagle 43 metri di Royal Huisman (foto sotto) si è ragionato proprio come in una cucina di una villa con tanto di bancone e sedute per sostare e “piluccare” un boccone.

Ma c’è anche chi si affida invece a brand specializzati in cucine come il cantiere CRN che a bordo del 55 metri Atlante (foto sotto) ha installato una cucina realizzata completamente in acciaio da Gifar, brand di cucine e attrezzature professionali di Rimini.

Mentre a bordo dei suoi yacht il cantiere Sanlorenzo (foto sotto) porta numerosi brand di design e in cucina dal 2008 si affida all’esperienza e al design di Boffi che offrono anche dettagli nautici perfetti per le imbarcazioni, come antirollii in acciaio inox e magneti di sicurezza per non far aprire le ante mentre sui flybridg portano il modello K2 che ha una struttura speciale per resistere agli agenti atmosferici e marini.

Arcadia yachts infine si affida alle qualità delle cucine Schiffini (foto sotto) che in controtendenza ha fatto migrare la propria esperienza dal navale al “terrestre”. Schiffini, nata nel 1920 per la fornitura di arredi all’Arsenale della Marina a La Spezia, nel dopoguerra era entrata nel residenziale facendo disegnare le cucine da grandi architetti come Vico Magistretti. Poi nel 2000 ha aperto una sezione yachting cimentandosi in nuove sperimentazioni: l’AlSystem, un loro brevetto, ideato per il mare a ridotto impatto ambientale; in pratica usano l’estruso di alluminio, un materiale impermeabile e ignifugo, resistente al sale, al calore alla luce e agli urti.

Per gli elettrodomestici? Quando si parla di accessori cucina la qualità Gaggenau è molto richiesta: gli chef di bordo amano questo brand perché coniuga perfettamente prestazioni elevate e design d'avanguardia. Ma anche Electrolux, Subzero, Rational e Viking vanno per la maggiore. Mentre per le lavastoviglie va forte Miele. Insomma tutto al top.


di Desiree Sormani / 1 Novembre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

La forma della pasta

I cibi del futuro cambieranno forma? Il MIT dice di sì

tecnologia

[Design]

La barca a vela del futuro

Philippe Starck firma il nuovo colosso della nautica

Barche

[Design]

Progettare con uno scopo

8 progetti degli studenti della Central Saint Martins di Londra

Progetti

[Design]

Coffee Break!

5 tazzine d'autore per bersi un caffè senza rinunciare al design.

design e artigianato

[Design]

Non chiamatelo gommone

Tecnorib svela la nuova ammiraglia, veloce e comoda, per Pirelli

Barche

[Design]

Smartwatch alla Vuitton

Il nuovo orologio della Maison per globe-trotter di lusso

Orologi di design

[Design]

Land art nel parco

La villa palladiana più bella d'Inghilterra ospita la mostra di Richard Long

mostre

[Design]

Un viaggio nell'arte

Le strade di Nantes si vestono d'arte per l'estate

Itinerari

[Design]

Il valore del design

Intervista alla curatrice della prossima edizione di Operæ 2017

interviste

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web