ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Daniel Arsham sperimenta il colore in una mostra a New York

Il cofondatore di Snarkitecture alla Galerie Perrotin con una personale tra arte e performance

daniel-arsham-mostra-galerie-perrotin

La prima mostra dedicata a Daniel Arsham alla Galerie Perrotin di New York.

La Galerie Perrotin di New York dedica una personale a Daniel Arsham e alle sue visioni fantasmagoriche che si manifestano in oggetti dalle forme scultoree, per la prima volta a colori (fino al 22 ottobre).

Si trasforma in total blu il primo piano dello spazio espositivo nell'Upper East Side, con nuovi oggetti della serie “fictional archeology” firmati dall’eclettico artista co-fondatore di Snarkitecture, da sempre interessato alla sperimentazione materica in una linea sottile tra arte, architettura e performance.

Grazie all’uso di appositi occhiali da vista l’artista, in parte daltonico, sperimenta il colore trasformando la sua arte visionaria (finora in bianco e nero) in una poetica cromatica di giustapposizione tra forma e materia.

L’ispirazione? L’indagine sulla relazione tra archeologia, finzione e tempo. Protagonisti gli oggetti-icona della cultura contemporanea: dai telecomandi di videogame, caschi di motociclisti e macchine fotografiche delle mostre passate si passa ai simboli della cultura sportiva: cappelli di baseball, bomber, indumenti da combattimento e palline di baseball.

Dall’effetto raw e non finito gli oggetti, realizzati con elementi primordiali tra cui cristalli e pietre, hanno diverse finiture materiche e echeggiano artefatti della cultura contemporanea creando talvolta un senso di dissonanza: il visitatore si trova spiazzato davanti agli oggetti del quotidiano che sembrano lontani, cristallizzati nel tempo.

Le palline da baseball diventano colonne a tutta altezza nell’interno della galleria e fanno da cornice agli oggetti ispirati all’immaginario sportivo realizzati con i cristalli di calcite blu. Scendendo al piano di sotto il mondo visionario di Ashram trasforma il sotterrato della galleria in un labirinto ipnotico: una caverna viola di palline di baseball con l’effetto corroso, iridescente e riflettente dell’ametista. “Negli ultimi anni ho lavorato con oggetti che fanno parte del presente, realizzandoli con materiali che normalmente leghiamo al passato”, sostiene Ashram associando ai suoi oggetti uno stretto legame tra il presente al passato. “Cerco oggetti che sono iconici, immediatamente riconoscibili nell’immaginario comune”. Una ricerca sull’effimero significato del tempo con oggetti che diventano presenze curiose e talvolta misteriose, in cui il rapporto simbiotico tra forma e materia da’ vita a una poetica di assonanze e dissonanze con lo spazio e il tempo occupato.

www.perrotin.com

SCOPRI ANCHE:
 La Nouvelle Vague Americana


di Monica Mascia London / 13 Ottobre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Il filo nascosto

Location e scenografia di un film che sta incantando tutti

Costume

[Design]

Prada al Neon

La sfilata, la nuova Torre della Fondazione Prada e Milano

Costume

[Design]

Il revival degli Shaker

Torna di moda uno stile ascetico e funzionale, antesignano del minimal

Costume

[Design]

3 gazebo per l'estate

Vivere all'aperto non è mai stata così dolce

arredi di design

[Design]

Una casa da re!

Chi firma gli arredi delle residenze reali?

Costume

[Design]

Righe e rossetto per Ikea

La collezione di mobili Ikea firmata da Bea Akerlund

Arredi di design

[Design]

Siamo tutti Dott. Frankenstein

La collezione di Gucci a Milano è un tributo al viaggio interiore

Costume

[Design]

Il ristorante pop up di Nichetto

Alla Stockholm Furniture Fair ci si incontra da Ratatouille

Ristoranti

[Design]

I fondamentali in cucina

La collezione di utensili da cucina Hay Kitchen Market

Accessori di design

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali