ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Daniel Arsham sperimenta il colore in una mostra a New York

Il cofondatore di Snarkitecture alla Galerie Perrotin con una personale tra arte e performance

daniel-arsham-mostra-galerie-perrotin

La prima mostra dedicata a Daniel Arsham alla Galerie Perrotin di New York.

La Galerie Perrotin di New York dedica una personale a Daniel Arsham e alle sue visioni fantasmagoriche che si manifestano in oggetti dalle forme scultoree, per la prima volta a colori (fino al 22 ottobre).

Si trasforma in total blu il primo piano dello spazio espositivo nell'Upper East Side, con nuovi oggetti della serie “fictional archeology” firmati dall’eclettico artista co-fondatore di Snarkitecture, da sempre interessato alla sperimentazione materica in una linea sottile tra arte, architettura e performance.

Grazie all’uso di appositi occhiali da vista l’artista, in parte daltonico, sperimenta il colore trasformando la sua arte visionaria (finora in bianco e nero) in una poetica cromatica di giustapposizione tra forma e materia.

L’ispirazione? L’indagine sulla relazione tra archeologia, finzione e tempo. Protagonisti gli oggetti-icona della cultura contemporanea: dai telecomandi di videogame, caschi di motociclisti e macchine fotografiche delle mostre passate si passa ai simboli della cultura sportiva: cappelli di baseball, bomber, indumenti da combattimento e palline di baseball.

Dall’effetto raw e non finito gli oggetti, realizzati con elementi primordiali tra cui cristalli e pietre, hanno diverse finiture materiche e echeggiano artefatti della cultura contemporanea creando talvolta un senso di dissonanza: il visitatore si trova spiazzato davanti agli oggetti del quotidiano che sembrano lontani, cristallizzati nel tempo.

Le palline da baseball diventano colonne a tutta altezza nell’interno della galleria e fanno da cornice agli oggetti ispirati all’immaginario sportivo realizzati con i cristalli di calcite blu. Scendendo al piano di sotto il mondo visionario di Ashram trasforma il sotterrato della galleria in un labirinto ipnotico: una caverna viola di palline di baseball con l’effetto corroso, iridescente e riflettente dell’ametista. “Negli ultimi anni ho lavorato con oggetti che fanno parte del presente, realizzandoli con materiali che normalmente leghiamo al passato”, sostiene Ashram associando ai suoi oggetti uno stretto legame tra il presente al passato. “Cerco oggetti che sono iconici, immediatamente riconoscibili nell’immaginario comune”. Una ricerca sull’effimero significato del tempo con oggetti che diventano presenze curiose e talvolta misteriose, in cui il rapporto simbiotico tra forma e materia da’ vita a una poetica di assonanze e dissonanze con lo spazio e il tempo occupato.

www.perrotin.com

SCOPRI ANCHE:
 La Nouvelle Vague Americana


di Monica Mascia London / 13 Ottobre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Non è solo profumo

Fragranze che si ispirano all'architettura, al cibo e alla moda

design e wellness

[Design]

Il materasso a occhi chiusi

Una guida e sei proposte per trovare il materasso perfetto

letti di design

[Design]

Castiglioni in 3 icone

Alla scoperta di 3 pezzi di design leggendari del grande maestro

Oggetti di design

[Design]

Dentro le gallerie di Miami

Riassunto in 6 tappe di tutte le novità d'oltreoceano

fiere

[Design]

6 influencer a Miami

Il meglio di Design Miami 2017 secondo chi detta legge sui social

top ten

[Design]

Una sedia, tanti modi

A Milano un allestimento esplora le possibilità di un concept modulare

sedie di design

[Design]

Il textile design è sociale

Tre realtà europee che lavorano tra l'alta qualità e l'impegno sociale

textile design

[Design]

La bellezza in un vaso

Must have: i nuovi vasi Venini firmati da Peter Marino

accessori di design

[Design]

Il letto secondo Novembre

Una linea di 6 letti racconta il suo mondo tra eros e humor

letti di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web