ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Sulle autostrade italiane arrivano i droni

Smart Highway, il nuovo progetto di Carlo Ratti Associati per Anas, rende più intelligenti (e sicuri) 2.500 chilometri di strade.

droni-in-autostrada-carlo-ratti-anas-smart-highway

La mobilità è uno dei campi di sperimentazione più interessanti per il design, in cui si lavora tra tecnologia, sicurezza ed ergonomia per trovare soluzioni che rendano i nostri spostamenti sempre più sicuri, ecologici, rapidi e confortevoli.

“Internet ha radicalmente trasformato il modo in cui ci muoviamo e come progettiamo le nostre strade” sostiene Carlo Ratti che, in collaborazione con Anas, ha appena messo a punto il progetto Smart Highway, un sistema di infrastrutture con droni di primo soccorso e pali di rilevamento in grado di inviare informazioni utili ai conducenti (oggi) e ai veicoli (domani).

“Con questo progetto, miriamo a sovrapporre un livello digitale all'infrastruttura fisica esistente della nostra rete stradale, per raccogliere dati migliori sulle nostre autostrade. Il prossimo passo sarà quello di raggruppare questi dati con le informazioni già raccolte dalle singole auto, in uno scenario ‘Internet-of-Roads’ che ci renderà pronti per l'altra svolta rivoluzionaria che è probabile che accada nel prossimo decennio: l'arrivo di veicoli a guida autonoma.”

Leggi anche → L'auto che si guida da sola secondo Rolls Royce

Prepariamoci dunque a vedere le nostre strade (i tratti interessati in questa prima fase saranno circa 2.500 chilometri, su un totale di 26 mila chilometri sotto la sovrintendenza di Anas) punteggiate di “bastoncini colorati” che monitoreranno le infrastrutture, le condizioni di inquinamento atmosferico, porteranno medicine ai conducenti e li informeranno su incidenti, incendi o inondazioni che si verificano vicino all'autostrada. 

“Per gli sviluppi futuri della mobilità, non abbiamo necessariamente bisogno di più infrastrutture, ma di un'infrastruttura migliore. Raccogliere dati è fondamentale per raggiungere l'obiettivo di una maggiore efficienza stradale”, spiega Saverio Panata, project leader del CRA-Carlo Ratti Associati: “In questo nuovo progetto che stiamo sviluppando con Anas, sono integrati nel sistema sistemi di feedback di informazione, in modo che tutti i partecipanti possano contribuire a un viaggio più liscio e più sicuro.”


di Carlotta Marelli / 24 Gennaio 2018

CORNER

Design collection

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

[Design]

L'altro volto della Liguria

Lontano dalle spiagge alla scoperta di borghi antichi

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web