ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Dutch Design Awards 2015. I finalisti

Annunciati i 24 progetti in shortlist selezionati tra 380 proposte presentate. I vincitori delle sei categorie verranno proclamati a ottobre

Sono stati annunciati i 24 finalisti della 13esima edizione dei Dutch Design Awards, i premi che ogni anno vengono assegnati alle migliori proposte olandesi nel campo del design. Saranno consegnati il 24 ottobre durante la Dutch Design Week di Eindhoven (dove gli oggetti saranno visibili per nove giorni) per poi essere pubblicati sul Dutch Design Yearbook. La commissione del premio, formata da esperti indipendenti, è arrivata a questa ristretta rosa di candidati dopo aver visionato oltre 380 proposte, in ottobre una seconda giuria di professionisti internazionali sceglierà il vincitore di ognuna delle sei categorie: comunicazione, servizi e sistemi, prodotto, fashion, habitat e design research, oltre a un riconoscimento per il migliore young designer del paese.

Ma due sono le categorie su cui si incentra l’attenzione del pubblico, quella dei prodotti e quella dell’habitat. Per la prima, che prevede oggetti di design industriale o in tiratura limitata finalizzati a migliorare o a facilitare la vita, i progetti finalisti sono: RVR Chair (Dirk Vander Kooij), Groundfridge (Floris Schoonderbeek), Shylight (Studio Drift), Proofflab Magazine (Studio Makkink & Bey) e Postsorteerhulpmachine per PostNL (Flex / The Innovation Lab). Per la categoria habitat, che prevede progetti e arredi di spazi pubblici e privati che migliorino la qualità della vita, i progetti finalisti sono: Heijmans One (Moodbuilders), il Pani Community Centre nella città indiana di Rajarhat (SchilderScholte architecten), Agora 2014 Espace Public (Inside Outside), Padiglione Nazionale del Bahrain all’Expo di Milano 2015 (Anne Holtrop e Anouk Vogel) e il Corno dell’Abbondanza, la decorazione ipertecnologica del soffitto del Markthal di Rotterdam (Arno & Iris / MVRDV).

Secondo la commissione, le proposte inviate nella categoria del prodotto coprono un’area sempre più vasta in quanto la divisione tra l'oggetto progettato per l’industria e il design autonomo diventa sempre più grande: «Nuovi metodi di produzione concorrono in maniera sempre maggiore con quelli tradizionali. Il prodotto non viene più commissionato in maniera classica ma si stabilisce sempre più spesso una collaborazione dove il designer partecipa attivamente». Nella categoria dell'habitat, secondo la commissione «si nota un aumento dell’attenzione verso il design sociale, anche se non sempre concepito con un approccio critico. Gli istituti delegati a volte perdono l’opportunità di sostenere i designer nel loro tentativo di migliorare la società. Qui sta la sfida per questi ultimi: sta a loro infatti prendere l’iniziativa per creare il giusto legame tra industria e mondo degli affari. Tra i progetti presentati si è data quindi particolare attenzione a quelli realisticamente realizzabili».

www.dutchdesignawards.nl


di Paola Testoni / 25 Giugno 2015

CORNER

Design collection

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web