ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Eames Plastic Chair, la storia della prima sedia in plastica di sempre diventata icona

Ray e Charles Eames el'invezione di un'icona del design del XX secolo che "ottiene il meglio, per il maggior numero di persone, al minimo costo’

eames-plastic-chairs-storia
Vitra

La conoscete la storia delle Eames Plastic Chairs? Ad una conferenza, a scuola o al ristorante, quante volte vi è capitato di sedervi su una sedia di plastica? A pensarci sono davvero dappertutto! Ma vi siete mai chiesti chi le potrebbe avere mai inventate? Beh, la risposta è sorprendente: la coppia più celebre della storia del design, gli Eames.

 

 

Si incontrano per la prima volta nel 1940. Charles ha 33 anni e Ray 28, sono a Cranbrook, Michigan, È amore a prima vista: passa un anno e si sposano. Poi la California. A Venice, nel 1947 aprono l’Eames Office, il loro studio. Qualche mese dopo una grande opportunità: il Museum of Modern Art indice un concorso: ‘Low-Cost Furniture Design’. Partecipano. È il 1948 quando a New York viene presentata la Eames Plastic Chairs: la primissima sedia prodotta con metodi industriali. Il successo è travolgente. La sedia di plastica viene lanciata sul mercato nel 1950 e incontra subito l’entusiasmo di pubblico e critica.

 

 

L’idea di una scocca a pezzo unico, modellata in modo da adattarsi perfettamente ai contorni del corpo umano frullava nella testa di Charles e Ray Eames già da anni. I primi esperimenti però erano stai fallimentari: compensato e allumino non avevano funzionato. Poi un colpo di genio e la svolta. La coppia decide di utilizzare un materiale fino ad allora mai usato nel mondo del design: la resina di poliestere rinforzata da fibre di vetro. I suoi vantaggi? modellabilità, rigidità, qualità gradevoli al tatto, idoneità a metodi di fabbricazione industriali. È il materiale perfetto per realizzare una sedia in plastica monoscocca da produrre in sedie; nascono 2 modelli.

Plastic Armchair (A-shell) e la Plastic Side Chair (S-shell) sbarcano sul mercato. Lanciate dall’Eames Plastic group come sedie per l’arredamento della casa, nello spazio di un mattino diventano le sedute must have di ogni spazio pubblico. Le varianti di colore dalle 3 iniziali ‘greige’, elephant-hide grey e parchment aumentano così come le basi intercambiabili.

 

 

La Side Chair in particolare, utilizzata ampiamente negli spazi pubblici, assume una certa invisibilità data la sua onnipresenza: è data quasi per scontata dai molti che la utilizzano quotidianamente in ristoranti, scuole e edifici per uffici. (anche se si tratta di uno dei più iconici prodotti di design del XX secolo).

Arrivano gli anni ‘90, il periodo nero per le Eames Plastic Chairs. Infatti pressione concorrenziale, evoluzione tecnologica, oltre ai materiali e ai metodi più economici impiegati dai competitor, costringono alla sospensione della produzione per un breve periodo.

 

 

Poi nel 1998 il rilancio. Oggi le Plastic Chairs sono distribuite da Vitra sul mercato europeo. Il materiale è cambiato, è polipropilene e anche le possibili combinazioni colore scocca-base sono aumentate: sono più di 100 mila!

A buon diritto le Plastic Side Chairs e le Plastic Armchairs sono riconosciute come icone assolute del design; l’invenzione di una coppia di creativi che con i suoi mobili, edifici, film, libri, esposizioni ed installazioni oltre ad avere influenzato molte generazioni di designer e ancora oggi condiziona la nostra quotidianità.

Per sapere tutto sugli Eames fino al 25 febbraio 2018 c'è  An Eames Celebration, l'imperdibile retrospettiva in mostra al Vitra Design Museum (Weil am Rhein, Germania)

www.vitra.com

LEGGI ANCHE:

Ray e Charles Eames, la mostra per sapere davvero tutto


di Pietro Terzini / 21 Ottobre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il futuro del design è a Dubai

Global Grad Show: 200 progetti per rendere il mondo un posto migliore

mostre

[Design]

5 arredi iconici di colore rosso

A Natale la zona living si tinge di rosso con gli arredi colorati dei maestri

Oggetti di design

[Design]

Tra Sol Le Witt e l'architettura

Rem Koolhaas e Francesco Stocchi rileggono a Milano l'opera dell'artista

mostre

[Design]

Arriva la Barbie con l'hijab

La bambola dedicata a Ibtihaj Muhammad,

Costume

[Design]

Design a Thanksgiving

Studio Milo firma la mise en place per il Giorno del Ringraziamento

accessori di design

[Design]

Orizzonti cinesi

Cina e Made in Italy: nuovi scenari e vecchi luoghi comuni da sfatare

design summit

[Design]

Fragranze di design

4 sofisticati profumatori per ambienti per arredare con stile

Oggetti di design

[Design]

La gioielleria secondo Ferré

In mostra a Torino le creazioni orafe dello stilista-architetto

mostre

[Design]

Artigianalità italiana a Londra

Bottega Veneta presenta in una villa palladiana il saper fare italiano

Moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web