ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Milano “fuori Eicma”, i 4 atelier della moto da scoprire in città

Un viaggio in città tra il design unico di moto bespoke e il fascino di officine concepite come laboratori di sartoria.

eicma-milano-officine-piu-belle

La BMW R75/5 Nerboruta di South Garage.

Nei giorni dell’Eicma, la grande vetrina milanese dedicata al mondo delle due ruote, c’è anche l’occasione per avventurarsi tra le vie della città in una sorta di Fuorisalone del motociclo, alla scoperta delle officine cult della Milano in moto.

 Accanto alle più blasonate case motociclistiche che ogni anno presentano in Fiera le ultimissime, straordinarie, sintesi di estetica e tecnologia, infatti, nelle strade della metropoli da qualche tempo hanno trovato casa alcune fortunate realtà specializzate nella creazione di modelli dal design unico, nati dalla trasformazione di moto di serie.

Creatività, artigianalità, ricerca dei materiali, sapiente manualità, un romanticismo dal sapore un po’ vintage e una sincera passione per il lato più avventuroso del mondo delle due ruote, saranno le stelle polari che guideranno i viaggiatori in questa escursione urbana tra eleganti Bobber, versatili Scrambler e aggressive Café Racer.

 

Per la prima tappa di questo viaggio tra i paradisi milanesi del custom bisogna raggiungere la zona sud della città. Qui, in via Gardone 22, ogni mattina si alzano le saracinesche del South Garage. Più che un’officina un vero e proprio laboratorio delle idee, un atelier della motocicletta dove modelli anonimi di due ruote rinascono come esemplari bespoke, disegnati a misura di proprietario. Ogni moto che esce dall’officina è un’inimitabile fusione di ricercato design, stile, curatissima meccanica e un pizzico di arte, un progetto unico, nato dalla matita e realizzato attraverso la valorizzazione dello charme artigianale di raffinati dettagli e di materiali nobili come alluminio, ottone, bronzo, acciaio o pelle (www.southgarage.com).

 

Poco distante dal frenetico viavai dell’Eicma, a Pregnana Milanese in via Brughiera 70, abita un’altra giovane realtà di professionisti della customizzazione: le Officine Metalliche. Anche qui, tra chiavi a bussola, matite, saldatori e monitor di pc, al grido di “l’unico limite del design è l’immaginazione”, vengono realizzate e progettate motociclette tailor made, creando e combinando parti speciali e originali dettagli. A motivare meccanici e designer, anche un irrefrenabile amore per i cosiddetti ferri inanimati, il vero segreto di ardite opere di restauro capaci di regalare una nuova vita, un’inaspettata personalità e un’inattesa giovinezza a vecchie moto, grazie a moderne tecnologie, pezzi di recupero ed elementi realizzati su misura (www.officinemetalliche.com). 

 

Per gli esploratori della Milano degli atelier della moto, una tappa obbligata è sicuramente il quartiere Isola e più precisamente la piccola via Thaon de Revel. Una strada diventata ormai luogo di culto, attorno alla quale nel tempo è nato il primo Motoquartiere d’Europa, in un mix di moto esposte e parcheggiate, vecchie case di ringhiera, palazzi anni ’70 e locali dove si respira il clima temerario del motociclismo di una volta.

Tra le prime realtà che hanno dato forma al Motoquartiere meneghino, ormai quasi 10 anni fa, ci sono sicuramente le Officine Mermaid. Nate dalla passione di un gruppo di amici, le Officine sono un vero atelier delle due ruote, situato in via Thaon de Revel 4, che oggi rappresenta un’ambita El Dorado per chiunque desideri un destriero a benzina modellato a propria immagine e somiglianza. Tra spazi ispirati a suggestioni racing di eroiche corse d’antan, non si impiega molto tempo a scoprire il principale difetto dei proprietari: una passione maniacale per i dettagli, dalla quale nascono bolidi dal fascino unico che dietro al look vintage celano una modernissima funzionalità. Anche qua artigianalità e creatività dominano la scena. Accanto al regno dei meccanici, non mancano una boutique con ricercati capi d’abbigliamento e una club house, che funge da accogliente luogo di incontro per tutti i biker alla ricerca di un posto dove staccare la spina (www.officinemermaid.com).

 

Un post condiviso da officinemermaid (@officinemermaid) in data:

Per l’ultima tappa di questo itinerario non occorre nemmeno togliere il cavalletto. Sempre in via Thaon de Revel, ma al civico 3, ha preso dimora una vera istituzione internazionale: Deus Ex Machina, un brand australiano specializzato in moto, biciclette e tavole da surf. Il concept store milanese riunisce uno spazio espositivo, un’officina, una boutique e un café/ristorante. Qui, all’ombra del mantra In benzin veritas, è possibile viziare il palato e sorseggiare ottimi drink, prima di avventurarsi tra le tante sintesi di eleganza, sincera passione e sapiente manualità artigianale, nate in quell’ispirato laboratorio di stile che si nasconde dietro al semplice nome di officina. Creazioni uniche e ambitissime, come vecchie moto della polizia tedesca diventate raffinati destrieri, seducenti esemplari ispirati ai miti dell’endurance o sidecar pieni di fascino, pensati per portare la propria tavola verso le onde senza rinunciare al piacere di una corsa in moto (deuscustoms.com/cafes/milan).

 

Un post condiviso da Deus Ex Machina Italy (@deusportal) in data:


di Francesco Marchesi / 10 Novembre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il futuro del design è a Dubai

Global Grad Show: 200 progetti per rendere il mondo un posto migliore

mostre

[Design]

5 arredi iconici di colore rosso

A Natale la zona living si tinge di rosso con gli arredi colorati dei maestri

Oggetti di design

[Design]

Tra Sol Le Witt e l'architettura

Rem Koolhaas e Francesco Stocchi rileggono a Milano l'opera dell'artista

mostre

[Design]

Arriva la Barbie con l'hijab

La bambola dedicata a Ibtihaj Muhammad,

Costume

[Design]

Design a Thanksgiving

Studio Milo firma la mise en place per il Giorno del Ringraziamento

accessori di design

[Design]

Orizzonti cinesi

Cina e Made in Italy: nuovi scenari e vecchi luoghi comuni da sfatare

design summit

[Design]

Fragranze di design

4 sofisticati profumatori per ambienti per arredare con stile

Oggetti di design

[Design]

La gioielleria secondo Ferré

In mostra a Torino le creazioni orafe dello stilista-architetto

mostre

[Design]

Artigianalità italiana a Londra

Bottega Veneta presenta in una villa palladiana il saper fare italiano

Moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web