ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

A Zermatt si andrà a sciare con lo stile Pininfarina

Niente più fatiscenti e scomode funivie dove sentirsi in trappola sulle cime delle Alpi

funivia-firmata-pininfarina-zermat

La funivia disegnata da Pininfarina prossima ad essere il sistema di risalita d a Zermat

Dire addio a fatiscenti funivie, dove le persone si sentono inscatolate come sardine, e salire in alta quota nel comfort e con eleganza (nonché sicurezza) si può: Pininfarina, firma prestigiosa del design italiano nel mondo, e Leitner, azienda specializzata in cabine di risalita, hanno infatti realizzato la cabina Symphony, già selezionata per ADI Design Index 2016 (e quindi in lizza per il prestigioso Compasso d’Oro).

I primi fortunati a godere di questo privilegio quest’inverno saranno gli sciatori del ghiacciaio dello Stubai, in Austria, con il nuovo impianto 3S Eisgrat. Impianto di risalita che sarà impiegata anche nell’impianto più alto del mondo a Zermatt, in Svizzera, sul Matterhorn Glacier Paradise (Piccolo Cervino) a quasi 4000 metri di quota.
Caratterizzata da un disegno essenziale, ma di grande impatto, Symphony si distingue per la morbidezza della sua linea unica e continua che corre lungo l’intera struttura trasmettendo movimento e dinamismo. Il Pininfarina design risulta innovativo da diversi punti di vista: la configurazione tradizionale delle cabinovie è stata rivoluzionata, in virtù di una nuova definizione formale dove due gusci si uniscono perfettamente dando forma alla cabina.

Molto interessante è il rimando dichiarato al car design che si esprime anche nelle prese d’aria integrate che assolvono al ruolo sia estetico che funzionale, mentre la calandra ospita allo stesso tempo il paraurti e il sistema di ventilazione. Le tante innovazioni tecnologiche del carrello portano ad un maggior comfort durante il viaggio e più sicurezza. I passeggeri entrano in un nuovo ambiente di classe grazie a porte più ampie e più alte del consueto, che contribuiscono a ridurre i tempi di imbarco e di sbarco. Grandi vetrate panoramiche di confine permettono di godere il panorama circostante.

Pininfarina ha disegnato anche gli interni della cabina prestando grande attenzione ai dettagli come nel settore dell'automotive. Il guscio della funivia, che ha un’altezza interna di 2,15 metri, dispone di 28 posti a sedere molto confortevoli (oltre a sette posti in piedi). La forma del sedile è frutto di intensi studi ergonomici e cromatici che hanno portato ad una precisa scelta di colori e tessuti (pelle o alcantara) personalizzati e personalizzabili nelle cuciture per riprendere le cromie e le tonalità dell’esterno.
In collaborazione con qpunkt (azienda del settore esperta in ambito automobilistico) è stato anche sviluppato un sistema di climatizzazione, che permette di regolare l’intensità dell’aria e del flusso ottimizzato, aumentando così il comfort durante il viaggio. Non è stato trascurato nemmeno il sistema di illuminazione: è a LED, integrato nel soffitto e il colore può essere personalizzato a piacere.

www.pininfarina.it


di Désirée Sormani / 6 Dicembre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Rompicapo alla vecchia maniera

5 giochi di logica tascabili su carta per dimenticare app e digital games

Accessori di design

[Design]

Pininfarina disegna un 85 metri

Soluzioni di car design per una fuori serie del mare di Fincantieri

Barche

[Design]

Nuovo stile army

Dettagli d'artiglieria militare per la collezione BAS-ITO di Myar

moda e design

[Design]

L'eroina di Puerto Rico

Si chiama La Borinqueña e può controllare gli uragani

illustrazioni

[Design]

Un vortice d’arte

Musica e gioielli nella mostra di Zoe Robertson FlockOmania

mostre

[Design]

Idee in arrivo dall’Africa

Una nuova creatività da scoprire tra design, moda e architettura

Libri

[Design]

Make up a prova di selfie

Con JUNO Smart Mirror truccarsi non è mai stato così facile

Tecnologia

[Design]

Notte a L/egolandia

Le opere di Nathan Sawaya e la musica di Le Cannibale a Milano

mostre

[Design]

La palestra dello stile

Paul Smith firma una performance acrobatica per Pitti Uomo

moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web