ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

I gioielli di Ron Arad per Louisa Guinness

Il celebre designer, artista e architetto isreaeliano firma tre collezioni preziose per la galleria di Mayfair a Londra

I gioielli che Ron Arad, architetto e designer di fama internazionale, ha disegnato per la galleria di Louisa Guinness sono collane, bracciali, orecchini, realizzati mediante differenti tecniche e con l'utilizzo di materiali preziosi come silicio, quarzo, oro, argento.

L'artista israeliano non ha certo bisogno di presentazioni. Il suo lavoro, negli anni, ha spaziato dalla progettazione di oggetti per note aziende come Kartell, alla carriera accademica al Royal College of Art di Londra, fino ad arrivare a disegnare il Museo del Bauhaus di Tel Aviv, il Design Museum di Holon, e una versione speciale della Fiat 500.

Anche Louisa Guinness, dalla sua galleria in Mayfair, ha notato il designer israeliano che è così entrato nella cerchia di artisti di fama mondiale cui, da ormai 13 anni, la gallerista basata a Londra commissiona gioielli. Per citarne alcuni: Claude Lalanne, Peter Blake, Anish Kapoor, Jeff Koons, Lucio Fontana.

«Con Arad l'intesa si è stata immediata», racconta la gallerista. «Amo da sempre il suo lavoro, e la sua capacità di coniugare innovazione dei materiali, design intelligente e bellezza con il suo forte senso dell'umorismo».

Sono nate così tre collezioni: Hot Ingo, Rocks e Naja.

La prima, vede protagonisti orecchini realizzati in oro 18k, platino, argento o rodio annerito, tramite la tecnica della stampa in 3D, e composti da una palla in poliammide sinterizzata avvolta attorno ad una struttura di metallo.

La seconda, è una collezione di gioielli dalle forme frastagliate costruiti con frammenti di vetro dalle forme cristalline che gioca sull'illusione ottica e sullo svelare il peso di ogni pezzo al tatto. Ben lontano da come appare alla vista.

Infine, Naja nasce dall'idea di ingrandire dei ciondoli in vetro realizzati come cerchi concentrici a spirale attorno a pezzi di quarzo. Una linea realizzata a mano, in argento e vermeil.

Per scoprire le collezioni, visitabili nello spazio londinese fino al 6 aprile: www.louisaguinnessgallery.com

SCOPRI ANCHE:

Gioielli come opere d'arte. Le creazioni di Elisabetta Cipriani


di Valentina Mariani / 21 Marzo 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Uno yacht per l'Agente 007

Lo charme dell'Aston-Martin di James Bond alla conquista del mare

Barche

[Design]

Design ad alta quota

Pininfarina disegna la prima cabina di risalita per sciare a Zermat

Design e sport

[Design]

È il design bellezza!

Profumi, make up e accessori belli anche da guardare

accessori di design

[Design]

Il design si compra online

Le novità di Internoitaliano, il brand e il sito lanciato da Giulio Iacchetti

Shopping online

[Design]

Un'istantanea da smartphone

Foto stampate che diventano video virtuali

tecnologia

[Design]

L'orologeria svizzera è smart

Design d'oltralpe e tecnologia coreana per il nuovo smartwatch

orologi

[Design]

The cal 2017

Le prime foto del calendario più famoso e atteso al mondo

Accessori di design

[Design]

Una vetrina per il tempo

Una pendola icona rinasce in un corpo trasparente e contemporaneo

Natale

[Design]

Think Pink

Le surreali Porsche rosa di Chris Labrooy a Palm Spring

installazioni

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web