ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Immagini boxe che dipingono il pugilato come via di fuga dalla povertà

Si chiama Jamestown knockdown il progetto fotografico di Andreas Jakwerth che ci porta tra i sogni di gloria della gioventù ghanese.

Le immagini di boxe protagoniste del progetto fotografico Jamestown Knockout raccontano uno dei volti di Accra, la capitale del Ghana. La città con la più alta concentrazione di box club e atleti del mondo. Il motivo è semplice: la boxe è ancora uno dei pochi modi per farsi una vita. La città è animata: balli per strada e combattimenti sono all’ordine del giorno. Hanno tutti un sogno qui: diventare campioni. E inseguono tutti lo stesso mito, quello di Azumah Nelson, tre volte campione del mondo dei pesi piuma, tra gli anni ‘80 e ‘90. E sono altri otto figli di Accra ad aver portato a casa una cintura.

Una città in cui la povertà assomiglia davvero alla disperazione, che sopravvive grazie alla pesca, e in cui i pugili professionisti, dopo la carriera da agonisti in giro per il mondo, ritornano per aiutare le nuove leve e a fare altrettanto.

Andreas Jakwerth fotografa la vita di questi giovani, entrando nelle loro palestre improvvisate, ascoltando i loro progetti sul futuro, toccando con mano le loro cicatrici. Lontano dai milioni di Hollywood, lontano dagli scintilii di Las Vegas, le immagini di pugilato scattate ad Accra raccontano una lotta vera, quella di chi ce la deve fare per forza. E allora destro, sinistro, destro, giorno dopo giorno fino alla vittoria.

www.andreasjakwerth.com

LEGGI ANCHE

Un libro racconta il nuovo volto dell'Africa fatto di creatività e coraggio
Maria Vittoria Backhaus apre i suoi archivi fotografici a Milano


di Stefano Annovazzi Lodi / 8 Febbraio 2017
tags:

mostre

CORNER

Design collection

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

[Design]

L'altro volto della Liguria

Lontano dalle spiagge alla scoperta di borghi antichi

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web