ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

14 architetture come opere d'arte all'Hangar Bicocca

Intervista a Sonia Calzoni, che con Patrizia Rossi ha curato l’allestimento della mostra di architettura della XXI Triennale di Milano

Al Pirelli HangarBicocca per la mostra Architecture as Art, parte della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, preparatevi a vedere l’architettura con occhi diversi. I 14 studi invitati (con nomi che vanno da Studio Mumbai e Atelier Bow-Wow fino a Lacaton & Vassal) hanno presentato veri progetti architettonici (niente bozzetti, piante, modellini e simili), sotto la direzione di Pierluigi Nicolin e la cura di Nina Bassoli. Ne abbiamo parlato con Sonia Calzoni che, insieme a Patrizia Rossi, ha firmato l’allestimento dell’esposizione. 

Qual è stato il vostro obiettivo per Architecture as Art?
Abbiamo voluto rendere percepibile lo spettacolo dell’architettura, recuperandone le qualità anche percettive. In mostra ci sono veri pezzi di architettura: si possono toccare, sentirne l’odore. Li abbiamo esposti come opere d’arte, in uno spazio volutamente buio. E li abbiamo illuminati puntualmente, come spesso accade al Pirelli HangarBicocca per le mostre d’arte.

Come avete lavorato all’allestimento?
Disponendo le opere all’interno e all’esterno di Pirelli HangarBicocca via via che arrivavano dai 14 studi. Gli architetti si occupano di spazio per definizione, e ognuno aveva determinate esigenze. L’allestimento ha preso forma poco alla volta, in un dialogo continuo con i progettisti coinvolti, mentre i progetti continuavano a cambiare e evolversi. Il percorso compiuto per arrivare al risultato finale è stato di grande interesse.

Raccontaci qualcuna di queste variazioni
Quando Josep Llinás Carmona è arrivato da Barcellona, ha deciso di non installare la sua architettura sul tavolo che avevamo fatto costruire apposta, come deciso. Ha preferito appenderla direttamente alle balle di carta del pezzo dei Rural Studio. Si conoscono e si stimano da tempo, e all’architetto spagnolo piaceva l’idea di avere come sfondo l’opera dei colleghi. Sono intuizioni che arrivano lavorando sul posto, non possono essere predeterminare. Situazioni positive di incontri casuali, da cui a volte nascono le cose più belle.

Avete incontrato delle difficoltà tecniche?
Stiamo ancora lavorando con lo Studio Mumbai per mettere in sicurezza il loro pezzo. La normativa italiana è molto diversa da quella indiana, per cui l’installazione fatta di parallelepipedi anche molto esili in granito, senza alcun fissaggio tra una struttura e l’altra, al momento non può essere collaudata da un ingegnere italiano. Stiamo studiando il modo per risolvere le questione e direi che ci siamo già più o meno riusciti. Ma si è trattato di un problema normativo.

Tra le diverse architetture, ce n’è una che vi ha colpito particolarmente?
È molto interessante la grande installazione del paesaggista francese Michel Desvigne all’ingresso di Pirelli HangarBicocca. Ha completamente cambiato la morfologia di questo spazio all’aperto. È un percorso costruito all’interno di una maglia modulare, un reticolo di bambù sospeso che costruisce una sorta di spazio virtuale in cui si inseriscono i vasi piantumati. 

www.triennale.org

Architecture as Art
Pirelli HangarBicocca
Via Privata Chiese, 2 
giovedì – domenica 10.00 – 22.00

SCOPRI ANCHE:
A Milano il futuro del design con la XXI Triennale


di Annalisa Rosso / 7 Aprile 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

[Design]

Il ritorno della Fashion Age spaziale

Breve storia della spacemania che ha contagiato la moda

moda e design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web