ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Jean Prouvé e Vassilakis Takis in mostra al Patinoire Royale

A Bruxelles un’esposizione per celebrare il designer francese e lo scultore greco e i loro utopici progetti

jean-prouve-vassilakis-takis-mostra-bruxelles-allestimento
Anne Greuzat

  La mostra Prouvè – Takis allestita negli immensi spazi della galleria La Patinoire Royale, nel quartiere Saint-Gilles di Bruxelles.

Da una parte Jean Prouvé, il designer e architetto autodidatta francese che portò l’industria nell’architettura e dall’altra Vassilakis Takis, lo scultore greco, autodidatta anch’egli, dell’arte cinetica. A Bruxelles, nel suggestivo spazio di oltre 3000 metri quadrati della galleria La Patinoire Royale, la pista di pattinaggio costruita nel 1877 nel quartiere Saint-Gilles, è in mostra la visionaria retrospettiva Prouvé-Takis, curata da Valérie Bach e Constantin Chariot, in collaborazione con François Laffanour e la Galleria Downtown di Parigi.

Inaugurata ad aprile, la mostra Prouvè - Takis vuole celebrare e far incontrare gli utopici progetti dei due giganti d’arte e design, fra una vasta selezione di opere di Takis e una – forse meno completa - di Prouvè. Pezzo incredibile il padiglione destinato a corsi di musica e progettato per l’Istitution Fènelon de Clarmont – Ferrand dal padre dell’architettura nomade nel 1957: una struttura in vetro e alluminio di 19 metri per 7, totalmente ricostruita all’interno della Patinoire Royale in perfetta armonia con le opere di Takis, ispirate al magnetismo e alla gravità terrestre.

Un confronto fra due giganti, Prouvé nato nel 1901 e Takis nel 1925, che si incontravano ogni giorno nel quartiere parigino della Defense, sede della torre Nobel la cui facciata fu costruita da Prouvé nel 1966 e di cui Takis realizzò nel 1988 i Signaux, segnali eolici tipici della sua arte.

"I due geni, separati da due generazioni» spiega Valérie Bach «ragionavano sull’idea di un’industria prosperosa e ambiziosa. Prouvé rivoluzionandola, Takis rendendo omaggio alle sue componenti industriali. Questa utopia, simbolo del Trentennio Glorioso che va dal ‘45 al ’75, sembra essere svanita oggi con la decelerazione industriale dettata anche dai negativi effetti sull’ambiente".

Fino al 23 luglio
Prouvè - Takis
La Patinoire Royale

www.lapatinoireroyale.com

SCOPRI ANCHE:
Una nuova prospettiva per Jean Prouvé
Bed & Breakfast di charme in Portogallo


di Framcesca Esposito / 5 Giugno 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Uno yacht per l'Agente 007

Lo charme dell'Aston-Martin di James Bond alla conquista del mare

Barche

[Design]

Design ad alta quota

Pininfarina disegna la prima cabina di risalita per sciare a Zermat

Design e sport

[Design]

È il design bellezza!

Profumi, make up e accessori belli anche da guardare

accessori di design

[Design]

Il design si compra online

Le novità di Internoitaliano, il brand e il sito lanciato da Giulio Iacchetti

Shopping online

[Design]

Un'istantanea da smartphone

Foto stampate che diventano video virtuali

tecnologia

[Design]

L'orologeria svizzera è smart

Design d'oltralpe e tecnologia coreana per il nuovo smartwatch

orologi

[Design]

The cal 2017

Le prime foto del calendario più famoso e atteso al mondo

Accessori di design

[Design]

Una vetrina per il tempo

Una pendola icona rinasce in un corpo trasparente e contemporaneo

Natale

[Design]

Think Pink

Le surreali Porsche rosa di Chris Labrooy a Palm Spring

installazioni

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web