ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Le icone del design secondo Karl Lagerfeld

Gli arredi Cassina immortalati dal celebre stilista tedesco in un libro esclusivo

Autoritratto dello stilista Karl Lagerfeld con la sedia Supeleggera di Gio Ponti per Cassina

Sapevate che Karl Lagerfeld è un appassionato di design al punto da pubblicare un libro fotografico che raccoglie arredi iconici di Cassina da lui stesso ritratti come fossero personaggi su un set?

L'esclusivo volume dal titolo Cassina as seen by Karl, presentato a Parigi lo scorso gennaio con un set up black and white allestito ad hoc negli spazi dello shoow room Cassina in Boulevard Saint-Germain, mette insieme una serie di scatti d’autore, realizzati negli ultimi 5 anni, interpretati con uno sguardo assolutamente personale dal celebre stilista che, per la prima volta, collabora con un brand di design per un progetto fotografico in cui protagonisti sono mobili moderni e contemporanei, scelti personalmente dallo stesso Lagerfeld, che vanno dai pezzi storici di grandi maestri, come Le Corbusier, Albini, Gio Ponti, a quelli più recenti di autori come Jean Marie Massaud.

Le sedie Cassina fotografate da Karl Lagerfeld. A sinistra, la Superleggera di Gio Ponti nella versione black and white; a destra, la Zig Zag di Gerrit Thomas Rietveld

Racconta Lagerfeld: “È un tipo di progetto sul quale non avevo mai ‘lavorato’. Reinterpretare visualmente degli esempi di design perfetto è completamente nuovo per me, e quindi stimolante e anche esaltante. Sono anche un fan delle ‘produzioni’ di Cassina da anni e possiedo tanti di questi pezzi fotografati, spesso anche in più esemplari. Il mio primo ‘ordine’ era la famosa chaise-longue di Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand negli anni 60...”

Di fatto molti degli arredi immortalati nei portrait appartengono alla collezione privata di Karl Lagerfeld. Di ciascuno – quasi fossero persone davanti all'obiettivo – lo stilista-fotografo tedesco ne coglie un lato inedito quasi inaspettato, privato. Capovolti, vis a vis, zoomati, visti nell’insieme o nella loro unicità, sedie, poltrone, tavoli, librerie, riconoscibili perché noti, eppure diversi e nuovissimi, appaiono in composizioni magistrali che ne catturano un pezzo di anima rendondoli  insoliti e misteriosi. Senza tradirne l’identità, estrapolandone tuttavia una qualche forma di umanità.

Co-artefice del progetto artistico è stato, sin dall’inizio, il prestigioso editore Gerhard Steidl che, oltre a pubblicare il volume, ha seguito tutto lo sviluppo, inclusa la stampa delle foto in edizione limitata che avvincono sia per la loro resa plastica e cromatica sia per l’importanza dei formati utilizzati.

A proposito del libro, racconta l’editore divenuto famoso per aver pubblicato le opere letterarie del Premio Nobel, Günter Grass: “Così come i mobili Cassina rappresentano le declinazioni della visione di un designer, i libri Steidl rappresentano le declinazioni del lavoro di un fotografo - è il caso delle immagini grafiche e moderne di Karl Lagerfeld. È stato un vero piacere creare un libro che rispecchia i mobili Cassina in termini di qualità dei materiali, know-how e durata”. 

Le sedie Zig Zag di Gerrit Thomas Rietveld ritratte in uno scatto d'autore di Karl Lagerfeld


di Laura Arrighi / 11 Febbraio 2018

CORNER

Design collection

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

[Design]

L'altro volto della Liguria

Lontano dalle spiagge alla scoperta di borghi antichi

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web