ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il super razzo di Elon Musk è pronto al decollo, insieme a una Tesla e a David Bowie

La sera di martedì 6 febbraio verrà lanciato Falcon Heavy, il missile missile americano più grande dai tempi dello shuttle: a bordo una Tesla Roadster

lancio-falcon-heavy-spacex-elon-musk
Getty Images

“Quando Falcon Heavy si solleverà, sarà il più potente razzo operativo al mondo” scrive SpaceX, la società spaziale di Elon Musk che si prepara al lancio di Falcon Heavy, il missile americano più grande dai tempi dello shuttle. Destinazione: orbita di Marte, in cui rimarrà per circa un miliardo di anni (se non esploderà durante l’ascesa).

L’evento, atteso per le 19.30 (ora italiana) di martedì 6 febbraio 2018 a Cape Canaveral (Florida), porterà con sé una Tesla Roadster rosso fiammante: per il primo volo, considerata l’alta possibilità di fallimento, non è stato previsto un equipaggio ma, anziché simulare il carico utile con cemento o acqua (come di solito avviene), Musk ha deciso di lanciare in orbita la sua auto elettrica di lusso da 100 mila dollari.

 

Una missione pioneristica

Una scelta stravagante che aggiunge un tocco di spettacolarità a una missione pioneristica, che potrebbe segnare un punto importante nel futuro dell'esplorazione dello spazio profondo: se il lancio riuscirà, gli Stati Uniti otterranno una capacità di sollevamento pesante nello spazio che mancava da quando finì l'era di Apollo, 45 anni fa (la forza del razzo è seconda solo al Saturn V, il razzo behemoth della Nasa che portò gli astronauti sulla luna e alla stazione spaziale Skylab, prima del ritiro del 1973).

“Il tempo sembra buono, il missile sembra buono. Sarà eccitante in un modo o nell'altro, sarà un test emozionante o un fallimento eccitante [con] un grande boom” ha detto Musk ai giornalisti, minimizzando le aspettative.

A bordo, una Tesla e David Bowie

A bordo, la sua amata Tesla con un manichino in tuta spaziale e la colonna sonora di Space Oddity di David Bowie: “Adoro il pensiero di un'auto che si muove apparentemente all'infinito nello spazio e che viene scoperta da una razza aliena milioni di anni nel futuro", ha scritto su Twitter.

Un post condiviso da Elon Musk (@elonmusk) in data:

 

Design modulare e parti riciclate

Il lancio di martedì sera non è il primo tentativo di SpaceX, che l’anno scorso ha lanciato con successo 18 razzi Falcon 9, una notevole ripresa dopo l’incidente del launchpad nel settembre 2016 che ha distrutto un razzo e il satellite da 200 milioni di dollari.

Per 14 di questi lanci, SpaceX ha utilizzato razzi con parti riutilizzabili dei razzi, che vengono fatte atterrare e poi reimpiegati: una soluzione che, insieme all’impiego di un design modulare, riesci a ridurre notevolmente i costi di un lancio ( che si aggira intorno ai 70-75 milioni di euro, contro il miliardo che costerà un lancio del super missile Nasa, che nel 2030 dovrebbe portare gli astronauti su Marte). “È essenzialmente la prima volta che la nazione ottiene un veicolo super-pesante a costo sostanzialmente zero per il contribuente”, afferma Phil Larson, decano della scuola di ingegneria dell'Università del Colorado che in passato aveva lavorato a SpaceX.

Il lancio in streaming

L’evento verrà trasmesso in diretta sul sito di SpaceX, e sarà il modo con cui Elon Musk proverà a far rivivere la magia dello spazio che tenne il mondo con il fiato sospeso durante il lancio dell’Apollo 11, la missione spaziale che nel 1969 portò Neil Armstrong e Buzz Aldrin.

 


di Carlotta Marelli / 6 Febbraio 2018

CORNER

Design collection

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

[Design]

L'altro volto della Liguria

Lontano dalle spiagge alla scoperta di borghi antichi

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web