ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

50 motivi per prenotare un weekend a Nantes entro la fine di agosto

Il festival Le Voyage à Nantes è un'occasione unica per scoprire una città più bella che mai

le-voyage-a-nantes-2017-festival-di-arte-contemporanea

Il festival artistico Le Voyage à Nantes ha aperto i battenti nel capoluogo della Loira, inondando la città di opere d'arte, installazioni e concerti. Il tutto rigorosamente gratis.

Giunto alla sesta edizione sotto la direzione di Jean Blaise, il festival animerà le strade di Nantes fino al 27 agosto, innestandosi attorno alle tre piazze principali, e diffondendosi in vari angoli della città per un totale di oltre 50 opere da ammirare.

Si va dalle atmosfere surreali di Laurent Pernot, che ha immaginato una foresta urbana sulla quale personaggi lunari e dormienti sembrano vegliare su Place Royale; a quelle distopiche di “La parte manquante” di Boris Chouvellon che rappresenta un'enorme marchingegno, a metà tra una ruota panoramica e un mulino scavatore, immobile. Una rovina del futuro che ha esaurito la sua funzione di distruzione o di costruzione che fosse.

Un corpo dormiente è anche alla base dell'opera di Nicolas Darrot che si accuccia davanti all'Opera, lasciandosi esplorare come una grotta. All'interno del teatro, sul palco, è invece un lugubre vessillo a sventolare al ritmo di un braccio meccanico dando spettacolo di sé.

Non mancano progetti di architettura sperimentale, come Micr'Home, un appartamento costruito nell'interstizio tra due edifici da Myrtille Drouet.

Quest'anno sarà inoltre possibile visitare il Museo d'arte, rimesso a nuovo dalla britannica Susanna Fritscher, nonché una mostra su H.R. Giger, artista reso celebre dai suoi modellini per Alien di Ridley Scott.

Foto: Matthias Belz

I più piccoli potranno divertirsi con le Machines de l'le, dove tavoli da ping pong sono stati reinventati e dove al celebre elefante sono stati aggiunti per l'occasione una formica e un ragno giganti.

Un successo che negli ultimi anni ha portato un incremento del turismo del 37% negli ultimi cinque anni, che ha segnato il record nazionale e che dimostra come l'arte paghi.

www.levoyageanantes.fr


di Stefano Annovazzi Lodi / 18 Luglio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Matera contemporanea

6 motivi per cui Matera è straordinaria

itinerari

[Design]

Ping pong di design

Dopo questi tavoli il gioco non sarà più lo stesso

Arredi di design

[Design]

Il design si studia in TV

I documentari più belli da scoprire su Netflix

Costume

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web