ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Museums League, la tifoseria dei musei secondo Maurizio Cattelan

Made in Catteland è l'ultima provocazione dell'artista, un progetto “art for all” dedicato ai tifosi dell’arte contemporanea

maurizio-cattelan-made-in-catteland-gift-shop-musei
courtesy Pierpaolo Ferrari

Maurizio Cattelan è l’artista più irriverente d’Italia? Forse. Di sicuro è tra i più attenti ai linguaggi della cultura contemporanea, uno di quelli che l’arte la toglie dai musei e la porta nella vita di tutti i giorni: stiamo parlando del grande dito medio di piazza Affari a Milano, che ancora attrae folle di turisti in caccia di foto, di progetti come Toilet Paper Magazine, la pubblicazione senza testo che propone una nuova idea di relazione tra arte, pubblicità e moda, o ancora del suo profilo Instagram, The Single Post Instagram, una sorta di installazione digitale con un post alla volta. Forse pure divertissement, di certo seguitissimo.

Ora l’artista più amato e detestato del BelPaese, quello che ha sempre cercato di dire qualcosa a suo modo, di svegliare le coscienze dal torpore e di guardare la realtà in maniera diversa, affronta il tema dei gift shop dei musei. I negozi di souvenir, dove fino a qualche hanno fa si comprava poco più che il catalogo della mostra, qualche poster e oggettistica Made in China, oggi sono diventati negozi cult dove trovare i progetti di design più interessanti, piccoli oggetti divertenti, libri rari, gioielli preziosi e altre cose inutili ma bellissime. Ma soprattutto sono diventati una destinazione, con grande sfoggio di tote bag che affermano “io sono stato lì” (leggi anche → La vera storia delle tote bag).

Tutte le foto: courtesy Pierpaolo Ferrari

Cattelan arriva proprio lì con il suo nuovo progetto Made in Catteland, destinato ai più importanti museum shopdel mondo. Si comincia con Museums League, la sciarpa da art-ultras – prodotta da Seletti – con cui dichiarare il tifo per il proprio museo del cuore, con tanto di coro da museo. 

“Per parafrasare la nota dichiarazione di Joseph Beuys, ‘everybody can be an artist’, mi piace pensare che ‘everyone can be a collector’ – spiega Maurizio Cattelan – “Made in Catteland tenta di ridisegnare la forma dei gift shop dei musei: luoghi attraversati dallo stesso pubblico dell’arte, ma che nella maggior parte dei casi non hanno niente a che vedere con il museo e il suo contenuto. I visitatori sono costretti a passarci come in un autogrill. Perché lo shop non dovrebbe far parte del percorso estetico?”.


di Letizia Gullo / 20 Dicembre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il successo di un no-brand

Muji non rivela mai i nomi dei designer con cui collabora: ecco perché

Arredi di design

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web