ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Melbourne eletta città più vivibile del mondo, ecco l'itinerario con 7 tappe imperdibili

Sette luoghi da scoprire nella metropoli australiana, eletta per la settima volta città più vivibile del mondo

melbourne-città-vivibile-australia-economist
Nicholas Petridis

Quattro milioni e mezzo d’abitanti, affacciata sull’oceano, divertente, leggera e vivacemente colta, Melbourne è stata eletta dall’Economist, per il settimo anno consecutivo, la città più vivibile del mondo e per gustarne a pieno la straordinaria qualità della vita ecco un itinerario in sette tappe sospeso tra arte, design, handicraft e piccoli piaceri.

Al fascino ormai consolidato della metropoli australiana contribuiscono anche i suoi suggestivi laneways: stretti vicoli che in passato ospitavano gli ingressi posteriori degli edifici e che oggi accolgono celebri ristoranti, opere di street-art, moderni loft e locali dalla grande personalità e dal design ardito. 

Uno di questi posti straordinari di Melbourne è sicuramente il Berlin Bar in Corrs Lane, una vera e propria nostalgica polaroid vintage, diventata locale. All’interno del Berlin Bar trionfano atmosfere in stile cortina di ferro, trasportate all’altro capo del pianeta. Diviso tra est e ovest, il locale rivisita con ironia il volto che fu della capitale tedesca. All’eclettico mix di poltrone in pelle artificiale, letti a soppalco ed essenzialità della parte est si contrappongono le eleganti atmosfere anni Venti della “zona occidentale”, il resto è affidato a una singolare riproduzione del muro, a ottimi cocktail e a un vivace calendario di eventi live (www.berlinbar.com.au). 

 

Un post condiviso da Berlin Bar (@berlinbarmelbourne) in data:

 

Un post condiviso da Berlin Bar (@berlinbarmelbourne) in data:

Sempre nei lineways di Melbourne, si cela un altro dei locali più insoliti di Melbourne, il The Croft Institute in Croft Alley. Raggiungibile attraverso una serie di vicoli stretti e bui, illuminati da colorati murales, il locale offre ai visitatori più curiosi un’esperienza unica. Al piano terra, muri di piastrelle bianche e alti scaffali riportano alla mente l’immagine di un laboratorio scientifico, completo di strumenti per analisi chimiche, serpentine e alambicchi pronti a distillare vodka a chilometro zero. Nelle toilette atmosfere da brivido, con letti e suggestioni hospital anni Trenta. Al piano superiore trova posto il gymnasium, la parte più mondana del locale, dove è possibile degustare ottimi cocktail attraverso comode siringhe, festeggiando sopra un inaspettato manto erboso (www.thecroftinstitute.com.au). 

 

Un post condiviso da Fleek Elite (@fleekeliteapp) in data:

   

Un post condiviso da Callan (@callanback) in data:

   

Un post condiviso da Elise Carney (@elise.katt) in data:

Nella parte nord della città si trova il quartiere di Fitzroy, culla della scena artistica alternativa di Melbourne, dove non mancano gallerie, atelier, opere d’arte diffusa, negozi di seconda mano e studi di designer locali. Tra queste strade nel weekend prende vita il Rose Street Artists' Market, una vera oasi della creatività di Melbourne abitata da una settantina di artisti e designer emergenti che qui espongono le proprie creazioni. Ispirato a realtà internazionali come il D.U.M.B.O. Art Under the Bridge Festival di New York, il Rose Street Artists' Market è il posto perfetto per staccare la spina, lanciandosi alla scoperta di tesori nascosti e nuovi talenti (www.rosestmarket.com.au).  

Un post condiviso da m a ë l l e (@maelle.lgrn) in data:

 

Un post condiviso da The Rose St. Market (@therosestmarket) in data:

 

Nello stesso quartiere di Melbourne, all’interno di un magazzino ristrutturato, abitano le creazioni del light designer Christopher Boots. Nel suo polifunzionale rifugio, uno spazio ibrido sospeso tra studio, workspace e showroom, il progettista dà sfogo alla sua fantasia e alla sua passione per la natura e la luce. Tra atmosfere industriali impreziosite da tocchi di verde e luminose creazioni realizzate artigianalmente, si muove un universo creativo popolato da soffiatori di vetro, ceramisti, citazioni di miti greci e geometrie organiche (christopherboots.com).  

 

Un post condiviso da Condé Nast Traveler (@cntraveler) in data:

Nel Southbank di Melbourne, uno scenografico edificio firmato nel 2002 dallo studio Wood Marsh Architecture ospita un vero paradiso per tutti gli appassionati d’arte contemporanea, dove si riuniscono artisti e creativi australiani e internazionali. L'Australian Centre for Contemporary Art (ACCA) dietro alla sua facciata in acciaio effetto ruggine, in netto contrasto con gli scintillanti elementi in vetro e metallo della hall, accoglie opere di artisti famosi, creazioni di talenti emergenti, laboratori e dibattiti (https://acca.melbourne). 

 

Un post condiviso da ACCA (@acca_melbourne) in data:

 

Un post condiviso da ACCA (@acca_melbourne) in data:

Un po’ negozio, un po’ galleria, un po’ fucina di nuovi talenti, lo spazio Craft di Collins Street è uno dei più grandi e rodati centri dedicati alle molteplici sfumature dell’handicraft di tutta l’Australia. Attraverso esibizioni ed eventi pubblici, la struttura accoglie e promuove le opere dei principali artigiani del paese, supportando i maker in ogni fase del loro percorso creativo e professionale. Una tappa imperdibile di Melbourne per tutti gli instancabili cercatori di idee, sempre pronti a immergersi in universi nei quali manualità, innovazione ed eccellenza sono le parole d’ordine (www.craft.org.au).  

 

Un post condiviso da Craft (@craftvictoria) in data:

 

Un post condiviso da Craft (@craftvictoria) in data:

Infine, nella città più vivibile del pianeta non potevano certo mancare i piaceri del palato. Per l’occasione perché non concedersi una tappa all’Attica in Glen Eira Road per viziare occhi e papille gustative. L’Attica è il regno dello chef neozelandese Ben Shewry, uno che ha coltivato la propria creatività fin da bambino e che nella sua idea di cibo e food design fonde luce, materie prime, teatralità, colori ed emozioni. Intimo, situato in periferia di Melbourne, quasi scosso dal passaggio dei mezzi pubblici, ma comunque inserito tra i 50 migliori ristoranti al mondo, l’Attica è il posto perfetto per scoprire il sapore di tipici e non troppo celebri ingredienti australiani, spesso coltivati a chilometro zero. Per i più temerari il giorno giusto è il martedì, una giornata da sempre dedicata agli esperimenti, una porta esclusiva per entrare nella mente dello chef (attica.com.au).

 

Un post condiviso da Prestige Indonesia (@prestigeindonesia) in data:

 

LEGGI ANCHE:

A Melbourne il boutique hotel che ti trasforma in un local

Stile industriale per una cozy house a Melbourne


di Francesco Marchesi / 28 Agosto 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Una mostra en plein air

La mostra di Fabrizio Ferri per la Milano Fashion Week

mostre

[Design]

Istantanee da favola

La Norvegia sospesa tra uomo e natura di Guneriussen

Costume

[Design]

Pianeta Ettore Sottsass

Una mostra "intima" racconta il suo mondo alla Triennale di Milano

mostre

[Design]

Helsinki, a caccia di design

Un tour nei 15 place to be dello stile scandinavo

Itinerari

[Design]

Le facce dell’Ordine

Una mostra a Milano usa il design per raccontare il presente

mostre

[Design]

Libri d'autunno

5 idee (+1) da leggere nel mese di settembre

libri di design

[Design]

Una grande notte a Cupertino

iPhone X e le altre novità presentate da Apple

Tecnologia

[Design]

Bianco e nero

La Grecia inedita dell’architetto e fotografo Karatzas

progetti

[Design]

La Smart Home all'italiana

La soluzione hi-tech e green per controllare casa dallo smartphone

Tecnologia

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web