ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Da Comme des Garçons il progetto d'architettura diventa look da passerella

Rei Kawakubo, per l'ultima collezione Homme Plus presentata a Parigi, si è ispirata a un immaginario che spazia dalle figure antropomorfe all'architettura

moda-uomo-parigi-gennaio-2018-comme-des-garcons

Uno dei look della collezione autunno-inverno 2018/19 di Comme des Garçons per la linea Homme Plus, ispirato ai disegni architettonici di Stefan Davidovici

Assieme a stilisti come Yohji Yamamoto e Issey Miyake, la giapponese Rei Kawakubo è da sempre considerata un vero architetto della moda. Le sue creazioni sono dominate da un mix sorprendente di design, arte e architettura, come ha dimostrato la mostra a lei dedicata lo scorso anno al Met di New York.

Con il brand Comme des Garçons, la Kawakubo ha saputo creare strutture e forme che il corpo occupa come un'entità indipendente e allo stesso tempo ne diventa un pezzo imprescindibile, rivoluzionando la silhouette. E, a dimostrazione del fatto che la moda e l'architettura non hanno affatto smesso intrecciarsi - è arrivata anche l'ultima sfilata della fashion designer dedicata alla sua linea Homme Plus, presentata durante la moda uomo di Parigi a gennaio 2018.

Per la collezione uomo autunno-inverno 2018/19, Rei Kawakubo ha preso ispirazione da più di un immaginario, ma anche dalla realtà dei fatti che ha travolto il mondo dello spettacolo negli ultimi mesi.

Da una parte il candore del bianco e l'allegria delle stampe vivaci e dei cartoon, dall'altra il rigore di disegni geometrici e delle inquietanti maschere/scheletri di dinosauri, simbolo della sperata estinzione di una specie antiquata e pericolosa di mascolinità.

Ma, tornando alle geometrie che hanno dato vita ad alcuni degli outfit sfilati sulla passerella AW18, ecco che ritroviamo le suggestioni architettoniche tanto amate dalla designer di Comme des Garçons.

Questa volta la stilista ha utilizzato per le proprie stampe degli autentici disegni di architettura, ideati da Stefan Davidovici, designer con sede a Milano.

Le architetture immaginarie a cui si è ispirata la stilista esplorano l'espressività dello spazio architettonico libero dai vincoli regolari degli edifici reali: non sono semplicemente disegni, ma architetture che aspirano a diventare tangibili, esplorando la realtà attraverso il disegno come un'esperienza intellettuale che apre letteralmente gli occhi.

Un progetto che, nella sua interpretazione fantasiosa e labirintica dello spazio, non poteva che conquistare la sfaccettata estetica di Rei Kawakubo, e che prestò sarà parte di una grande mostra che verrà inaugurata a Tokyo.

 


di Essia Sahli / 28 Gennaio 2018

CORNER

Design collection

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

[Design]

L'altro volto della Liguria

Lontano dalle spiagge alla scoperta di borghi antichi

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web