ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

100 oggetti e arredi di design in mostra a Filadelfia

Una grande retrospettiva racconta la storia del brand Vitra, un progetto europeo con radici USA

Il Philadelphia Museum of Art presenta fino al 26 aprile 2015 la mostra Vitra — Design, Architecture, Communication: A European Project with American Roots. Più di 100 oggetti e arredi di design, dai pezzi storici fino ai più recenti, affiancati da un ricco materiale d’archivio, modellini e immagini delle architetture del celebre Campus Vitra, (Tadao Ando, Zaha Hadid, Herzog & de Meuron, Frank Gehry, Álvaro Siza, SANAA, Renzo Piano, tra i nomi presenti), e una particolare esposizione dedicata alla comunicazione, sezione virtuosa della storia del brand svizzero fondato nel 1950.

Il legame con l’industria americana arriva nel 1957, quando Willi e Erika Fehlbaum siglano una partnership con il gigante USA Herman Miller e cominciano così la collaborazione con designer del calibro di Charles e Ray Eames, George Nelson e Alexander Girard per il mercato europeo. Da allora questo reciproco scambio non si è mai arrestato. E Vitra ha finito per segnare la storia del design con il suo idealismo illuminato, mentre continua a dettare il ritmo del settore a livello internazionale come uno dei brand più innovativi in assoluto.

Ma come mai un’azienda che produce arredi di design dovrebbe impegnarsi tanto nell’educazione e nella ricerca? La risposta è semplice: perché crede di cambiare il mondo attraverso il design (“we believe it!”). Un lavoro di nicchia, focalizzato sulla qualità e non sui grandi numeri, come ha ricordato di recente il presidente emerito di Vitra Rolf Fehlbaum, che ha sottolineato la scala ridotta di questo business calcolando come le aziende che producono design, tutte insieme, arrivino a realizzare un guadagno pari al 10% di quello di un brand come Ikea.

Collab, l’associazione che sostiene la programmazione legata ai temi di design del Museum of Art di Filadelfia, ha deciso di riconoscere il valore del pensiero di Rolf Fehlbaum assegnandogli il 2014 Design Excellence Award e di stimolare gli studenti lanciando un concorso ispirato alle tematiche affrontate dalla mostra (Collab’s Student Design Competition).

Info:
www.philamuseum.org
www.vitra.com


di Annalisa Rosso / 10 Dicembre 2014

CORNER

Design collection

[Design]

L’ecosostenibilità dell’ufficio 4.0

Con Ore Streams Formafantasma si cimenta sul tema dell'e-waste

arredi per uffici

[Design]

Vico Magistretti: 3 icone

I pezzi ever green di uno dei padri fondatori dell’Italian Design

Oggetti di design

[Design]

Cenerentola a Milano

Arte e design riportano in vita uno spazio disabitato da 40 anni

mostre

[Design]

La religione e il design

L'oggettistica sacra vista dai designer alla Rinascente di Roma

negozi di design

[Design]

Come si sceglie l'anello?

Dall'alta gioielleria allo star system, le tendenze degli engagement rings

Costume

[Design]

Decorazioni islamiche online

Un sito raccoglie centinaia di pattern geometrici

costume

[Design]

Gli specchi di Magrelli

Quando l'uomo scompare resta solo lo spazio

costume

[Design]

I mobili per la vita sedentaria

Una designer polacca immagina il futuro dell'uomo sedentario

scuole

[Design]

Non è solo profumo

Fragranze che si ispirano all'architettura, al cibo e alla moda

design e wellness

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web