ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Arte e design in una casa abbandonata dagli anni '70. Ma solo per una notte

Uno spazio disabitato da 40 anni rinasce grazie ad arte e design, per un’esposizione lunga una sola notte

mostra-a-milano-cio-che-resta-tempo-01-ambienti
Andrea Martiradonna

Più che una mostra a Milano, un percorso fatto di situazioni estetiche, un’originale esposizione-evento lunga una sola notte che, ieri sera, ha riportato in vita un suggestivo spazio rimasto disabitato per più di quarant’anni, in via Milazzo 10 a Milano, trasformandolo in un’affascinante Cenerentola dell’archeologia domestica, vestita di arte e design, per l’exhibit Ciò Che Resta Del Tempo.

Un viaggio nei giorni e nella memoria curato da Alessandra Dalloli, Nemo Monti e Walter Terruso, che per l’occasione hanno messo in scena un fugace racconto formato da installazioni site-specific, opere effimere, creazioni luminose e composizioni di elementi primari.

Tutte le foto: Andrea Martiradonna

Seducenti e scenografici frammenti di memoria che hanno trasformato il vuoto di ambienti dimenticati dal lontano 28 giugno 1973 in una successione di stanze, arredi e oggetti abbandonati, pronti a suscitare riflessioni sull’idea di divenire attraverso il design degli istanti. 

Una sequenza di tracce transitorie che hanno completamente rivoluzionato la personalità di un universo abitativo, alterandone le superfici e sovvertendone le dinamiche, nel corso di una sfuggente notte animata dall’incontro tra tempo e creatività.

 

A testimoniare il passato e la quotidianità degli spazi protagonisti dell’esposizione, gli scatti firmati da Andrea Martiradonna che, per l’occasione, ha congelato il tempo, ritraendo con la sua macchina fotografica gli ambienti di via Milazzo 10 prima che fossero trasformati dall’arrivo di un nuovo, attesissimo e sfuggente visitatore: la fantasia.


di Francesco Marchesi / 14 Dicembre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

[Design]

L'altro volto della Liguria

Lontano dalle spiagge alla scoperta di borghi antichi

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web