ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

L'arte africana ispira le decorazioni dei tessuti Vlisco

Una mostra psichedelica celebra il 170mo anno del brand tra tessuti e installazioni tessili

mostra-ispirazione-arte-africana-contemporanea-vlisco

A Helmond, nei Paesi Bassi, una mostra celebra il 170mo anno del brand Vlisco, che crea le stampe più fantasiose e stringe collaborazioni con artisti e stilisti africani

I colori, l'allegria e le decorazioni dell'arte africana hanno ispirato la mostra Vlisco un à un all' Helmond Museum nel sud dell'Olanda – fino al 12 marzo 2017 - . L'occasione? Festeggiare il 170mo compleanno del brand di prodotti tessili olandesi con oggetti, tessuti e installazioni che raccontano la storia di Vlisco nei suoi inconfondibili disegni.

L'esposizione tra arte e moda, ha messo in scena, con un occhio alla storia e uno al futuro, innumerevoli prodotti senza dimenticare le importanti collaborazioni con hanno visto protagonisti una serie di artisti olandesi e africani, oltre a rinomati stilisti di moda.

La società, con sede proprio nei Paesi Bassi, è famosa per produrre tessuti soprattutto per gli abiti delle donne africane.
Tutti gli input creativi della mostra sono stati guidati dalle visionarie idee del direttore creativo del gruppo Vlisco, Zara Atelj, che spiega: «l'innovazione sta nel saper esplorare nuovi modi di lavorare, percepire dove andrà il business. Nei nostri mercati trasformiamo il nostro modo di lavorare tutti insieme, collaborando a stretto giro con i più brillanti talenti creativi africani che stanno davvero cambiando il mondo».

Lo psichedelico spazio espositivo è stato progettato dallo studio danese Rensink, che ha ricoperto pareti e pavimenti con le fantasie e i pattern delle stampe che hanno reso storico e conosciuto il brand.

All'interno della mostra, una serie di installazioni portano i visitatori in un viaggio attraverso la fabbrica Vlisco, dalla boutique ricreata al tavolo da disegno, che spiega come viene applicato il colore sui tessuti.
Ad aprire l'esposizione, un'installazione giocata sui toni del bianco ad opera del giovane artista Daniel de Bruin accompagna i visitatori a scoprire il processo di produzione delle stampe, attraverso una proiezione animata.

Al piano superiore, un'area è dedicata alla collaborazione con Yinka Shonibare, un artista britannico-nigeriano che incorpora i tessuti Vlisco nel suo lavoro, affrontando tematiche delicate legate al colonialismo e alla razza.
La mostra si conclude con due istallazioni sulla moda, dedicata alle collaborazioni del brand con i designer africani contemporanei.

Vlisco è stata fondata nel 1846 da Pieter van Vlissingen Fentener, e ha trovato successo grazie ai disegni unici e alle innovative tecniche di stampa. La produzione, perfezionata nel corso degli anni, mantiene il processo tradizionale della stampa a cera, che garantisce che ogni fantasia sia diversa dalla successiva, per mantenere l'unicità di ogni pezzo.

https://www.vlisco.com/

SCOPRI ANCHE:

Gli abiti scultura di Iris Van Herpen
→ La collezione 132 5. di Issey Miyake
→ 4 mostre a New York tra design, moda e architettura


di Valentina Mariani / 3 Marzo 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il successo di un no-brand

Muji non rivela mai i nomi dei designer con cui collabora: ecco perché

Arredi di design

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web